Oltre 20mila studenti per le strade di Napoli: ” No ai tagli della Gelmini”

Anche a Napoli, un’ onda tutta giovanile ( oltre 20 mila ) composta da universitari, studenti di ogni ordine e grado, professori, personale scolastico ha partecipato alla giornata di lotta indetta dal mondo della scuola in tutta Italia. Paralizzato il centro della città anche perchè le adesioni alla manifestazione è stata massiccia se si pensa ai tre cortei partiti da diversi punti della città. Diverse  le sigle di partecipazioni dei gruppi di lotti degli studenti: Cobas, Centri sociali e gruppi autonomi.  Molti sono quelli partiti da Piazza del Gesù per poi convergere nella grande piazza del Plebiscito. Una marea di giovani ha invece attraversato Corso Umberto, con cartelli e striscioni di protesta contro le decisioni del governo e della Germini sui tagli alla scuola pubblica.

“E’ giunta l’ora diamogli una lezione” recita lo striscione in testa al corteo. E poi tante grida, cori e slogan indirizzati  contro il Governo. Molte le delegazioni provenienti dai piccoli comuni intorno alla città.  No alla privatizzazione, non ci può essere nessuna riforma senza finanziamenti, l’Università è una risorsa per l’Italia e quindi non va tagliata- sostengono gli studenti, che temono di arrivare ad una privatizzazione del mondo scolastico e ad una cultura d’elite, penalizzando  così il diritto allo studio. Gli studenti . fanno comunque sapere che non si fermeranno. La battaglia, infatti, continuerà il prossimo 15 Ottobre con una manifestazione a Roma.

 

7 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook