Concluso processo gestione irregolare dei rifiuti in Campania: assolto Bassolino

Concluso processo gestione irregolare dei rifiuti in Campania: assolto Bassolino

Insieme all’ex governatore della Campania, giudicati non colpevoli anche tutti gli altri imputati tra cui  personaggi di rilievo come Romiti, Cattaneo, Pelliccia e Vanali.

6a00d83451654569e200e54f23e5c58833-800wiFinsce in una bolla di sapone il processo sulla gestione irregolare del ciclo dei rifiuti in Campania negli anni 2000 – 2005. Il Tribunale di Napoli, presieduto da Maria Adele Scaramella, ha assolto con formula piena 28 imputati. Tra questi c’è anche l’ex sindaco di Napoli  ed ex presidente della Regione Campania, governatore Antonio Bassolino, allora Commissario straordinario per l’emergenza rifiuti. Assolti anche Pierluigi Romiti, ex manager di Impregilo, Armando Cattaneo, ex amministratore delegato di Fibre, Angelo Pelliccia, ex direttore generale e l’ex subcommissario Raffaele Vanali. Il tribunale, nell’occasione, ha anche disposto il dissequestro dei siti con la restituzione alle Province.

Soddisfatti della sentenza non sono stati solo gli imputati, a cui venivano contestati a vario titolo i reati di frode in pubblica forniture, truffa  e falso, ma anche gli avvocati di Antonio Bassolino Giuseppe Fusco e Massimo Krogh, che hanno lavorato per lunghi sei anni a difesa del proprio assistito: ” La sentenza – hanno detto –  dimostra la verità dei fatti e ripaga l’ex governatore Bassolino di un lungo calvario di ingiustizie e sofferenze.”

G.R. – redazione Napoli
4 ottobre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook