Disagio abitativo e sociale. Convegno a Napoli della CISL.

di Luigi Rubino

“Disagio sociale, legalità, rilancio del Welfare abitativo” è il tema del convegno che si è tenuto alla Camera di Commercio di Napoli. All’ incontro hanno partecipato molti esponenti sindacali della Cisl, gli  assessori all’Urbanistica della regione Marcello Taglialatela e del comune Bernardino Tuccillo, Mario Cassillo della Commmissione regionale della Campania e altri esponenti tra cui il segretario generale della FILCA Cisl Giovanni D’Ambrosio, Guido Piran segretario generale Sicet Nazionale. Ha introdotto i lavori Alfonso Amendola, segretario generale della Sicet Campania. “Il disagio abitativo a Napoli e in Campania rischia di esplodere da un momento all’altro.

La crisi industriale ed occupazionale ha portato tra le vecchie famiglie una nuova povertà – ci dice Alfonso Amendola, segretario della Sindacato inquilini campano”. In Campania, secondo gli ultimi rilevamenti, sono 560 mila le famiglie che cercano un alloggio (  330mila a Napoli). La situazione abitativa diventa poi da bollino rosso se aggiungiamo le richieste dei giovani studenti, che per un posto letto pagano dalle 200 alle 400 euro a persona, e quelle numerose degli immmigrati che vivono in condizioni disumane. “Come sindacato – ci ha detto Amendola – chiediamo quindi al Governo, agli Enti locali e alla Regione i fondi per il sostegno all’affitto. In Campania nel 2008 – precisa il segretario – il ricorso per il mancato pagamento di fitto ha raggiunto livelli preoccupanti, proponiamo, pertanto, il rilancio dell’edilizia residenziale pubblica e il miglioramento di vita delle periferie, partendo dai rioni abbandonati, il recupero e la riqualificazione del centro storico della città” Sul problema abitativo il Comune sembra però avere idee chiare. La conferma viene dall’assessore comunale Bernardino Tuccillo che ci dice: ” Napoli purtroppo risente da tempo il dramma dell’emergenza abitativa. Ci sono infatti nuclei familiari che vivono ancora in strada, altre che cercano una casa. Abbiamo in corso diverse graduatorie per l’assegnazione alloggi – precisa Tuccillo. Stiamo per sbloccare le risorse per il completamento di altri 180 alloggi di edilizia residenziale pubblica, appartenente al Comune di Napoli tra Gricignano e Secondigliano. Affronteremo il drammatico problema delle occupazioni abusive, in modo da consegnare le case ai legittimi proprietari. Siamo impegnati in sinergia con la Regione e in particolare con l’Asssessore alll’Urbanistica  regionale Taglialatela. Nei prossimi mesi sbloccheremo le risorse. Speriamo di vedere da qui ad un anno la consegna dei 180 alloggi citati  e a lungo termine interventi più ambiziosi che possano dare una chiara e prima risposta importante alle numerose domande dei cittadini in cerca di una casa”

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook