Galleria “Quattro Giornate” liberata dai rifiuti. Un sollievo per i cittadini…

A Napoli si inventa di tutto, perfino che una galleria, a grande scorrimento di traffico nel cuore del centro cittadino, venga trasformata in una discarica abusiva. Dopo appelli e denunce e risolta  l’emergenza rifiuti in strada, è stata eseguita la bonifica della Galleria “Quattro Giornate” che collega il quartiere di Fuorigrotta al centro cittadino. Sono state due notti impegnative e non facili per i dipendenti dell’Asia, l’azienda incaricata della raccolta rifiuti nel capoluogo campano. La bonifica  è stata possibile grazie all’ impiego speciale di 25 operatori ecologici dell’Azienda che con 20 mezzi a disposizione e la collaborazione straordinaria dei vigili urbani, hanno raccolto ben 25 tonnellate di rifiuti nascosti in galleria.

Costo dell’operazione 12 milioni di euro che andranno ad incidere nel bilancio delle famiglie napoletane con un probabile aumento della tassa sui rifiuti solidi urbani Durante questa operazione, gli operatori dell’Asia hanno portato via materiale di ogni genere: moltissimo il materiale provenienti da lavori edili e rifiuti ingombranti come materazzi, vecchie suppellettili, televisori, lavatrici e altro. Soddisfatti dell’intervento il Commissario straordinario Francesco Emilio Borrelli,  e Vincenzo Peretti, componenti del gruppo dei Verdi in Campania. ” Il problema, dopo che l’intervento è stato effettuato. hanno spiegato i due ecologisti – è ora il controllo. Questo compito – spetta ai cittadini che devono segnalare qualsiasi scarico abusivo in questa zona.” Gran parte di questi rifiuti, come si è potuto costatare, provengono da lavori edilizi – ci spiegano gli operatori dell’Asia. Molte ditte private che eseguono i lavori, invece di andare a scaricare il materiale nelle discariche autorizzate – operazione che poi è inclusa nelle spese di ripristino o costruzione di un ‘abitazione – pur di risparmiare tempo e denaro, lasciano qui i loro rifiuti speciali. Occorre quindi avviare un’ attenta vigilanza e scongiurare ogni tentativo di sversamento in strada e in luoghi pubblici.”

G.R.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook