Napoli: giovane ucciso con una coltellata allo stadio di Acerra. Si costituisce il giovane assassino

Napoli: giovane ucciso con una coltellata allo stadio di Acerra. Si costituisce il giovane assassino

carabinieri1Tragico episodio di violenza la scorsa notte ad Acerra, piccolo comune a nord di Napoli. Un giovane di 26 anni, Antonio Papa, già noto alle forze dell’Ordine, è stato ucciso mortalmente da una coltellata al petto mentre si trovava allo stadio per assistere ad un saggio di danza. Ad infliggere il colpo fatale è stato un ragazzo di  18 anni, di cui non si conoscono ancora le generalità che subito dopo del delitto è fuggito. Poco dopo però, i carabinieri lo hanno rintracciato e condotto in Caserma. L’episodio è avvenuto precisamente intorno alle 23,30, tra la folla e sugli spalti dello stadio Comunale. Il corpo dell’uomo senza vita è stato trasportato all’ospedale Secondo Policlinico di Napoli, dove sarà eseguita l’autopsia. Secondo le prime indagini, condotte dal Nucleo Operativo dei Carabinieri di Castel di Cisterna e quelli della stazione di Acerra,  il motivo del folle gesto potrebbe essere legato ad un litigio sorto tra i due giovani nei giorni scorsi e del quale si ignorano i motivi.

G.R.

Aggiornamento ore 20,00

Il nome dell’assassino di Antonio Papa, il giovane 26enne ucciso ieri sera allo stadio comunale di Acerra, durante un saggio di danza, ha finalmente un nome. Si tratta di Giuseppe Piscopo, 18 anni, già in precedenti occasioni denunciato per rissa. Il giovane si è costituito nella giornata di oggi nel carcere casertano di S. Maria Capua Vetere, accompagnato dal suo avvocato. Si cerca ora l’arma del delitto.

G.R.

1 luglio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook