Differenziata a Napoli: A settembre parte il piano raccolta dei rifiuti in altri 5 quartieri. Il Comune spenderà più di 8 milioni…

di Luigi Rubino

Mentre in città l’emergenza rifiuti continua soprattutto nei quartieri periferici ad est ed ovest della città, con manifestazioni spesso incivili e pericolose come quello dell’incendio dei sacchetti, il Comune di Napoli è impegnato attivamente nel piano di raccolta differenziata della spazzatura. Il Cda dell’Asia, in una riunione in cui ha partecipato anche il vice sindaco di Napoli Tommaso Sodano, ha infatti approvato il crono – programma per l’estensione della “differenziata” porta a porta  a 325 mila abitanti, come previsto dalla prima delibera approvata in Giunta.

Nella stessa riunione si sono inoltre approvati i bandi di gara per l’acquisto di 33 bidoncini e 70 automezzi per una spesa complessiva di 8 milioni e 182 mila euro. Entro Settembre quindi il piano entrerà in azione anche nei quartieri Posillipo, Vomero, Ponticelli, Barra e Scampia, Attualmente, il servizio porta a porta è già attivo in molti zone della città e serve ben 146 mila abitanti delle circoscrizioni di Bagnoli, Centro direzionale,( Poggioreale), Rione Alto, Chiaiano, Rione Incis a Ponticelli  Colli Aminei ed alcune zone di Scampia. Il primo importante passo sembra fatto, occorrre però avviare parallelamente anche una campagna di sensibilizzazione dei cittadini che devono diventare parte attiva per il rilancio vivibile di Napoli.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook