“La cultura italiana negli USA come polo aggregante dell’Emigrazione

emigrazioneIl progetto presentato dall’ASMEF, in una conferenza stampa a Napoli.
“La cultura italiana negli USA” è il tema specifico dell’ottava edizione delle Giornate dell’ Emigrazione presentato in una conferenza stampa a Napoli dall’ ASMEF ( Associazione Sviluppo Mezzogiorno e Futuro). All’incontro con i giornalisti hanno partecipato: il presidente dell’Associazione Salvo Iavarone, l’assessore al Lavoro, alla Formazione e alle Politiche dell’Emigrazione, Severino Nappi, Valeria Vaiano, direttrice ASMEF, l’artista Anna Maria Pugliese e molti rappresentanti dell’Associazione.
Il fenomeno emigrazione – è stato detto in conferenza – è ormai una realtà. Gli italiani che lavorano all’estero sono tanti. Non ci sono cifre precise. Si pensi, comunque, che nella sola Argentina, su 40 mila abitanti, circa la metà sono italiani. Altri connazionali li incontriamo anche in Canada, negli Stati Uniti e in Brasile, ma anche in molte nazioni europee come Germania, Inghilterra e Svizzera.
“Siamo pronti ad affrontare anche quest’anno problemi ed ostacoli sempre presenti, ma siamo consapevoli della bontà del nostro progetto che ambisce ad unire tutti i campani del mondo della nostra regione ed alla madre Patria, attraverso un confronto continuo che deve partire dalla cultura – ha spiegato il presidente Iavarone – che ha poi posto in evidenza l’importanza del confronto nel mondo della cultura con le Istituzioni e l’imprenditoria, a livello nazionale ed internazionale. Tanti emigrati diversi tra loro dicono tutti cose simili: non vogliono soldi o chissa cosa, ma desiderano solo sentirsi considerati come essi stessi si considerano figli della Patria, di serie A e non di serie B” – ha poi precisato Iavarone.
“L’emigrazione  è una richezza che va sfruttata – ha poi aggiunto l’assessore Nappi. La regione Campania – egli ha detto – sta lavorando perchè il lavoro dei giovani si svolga qui. Bisogna evitare il paradosso che gente capace e competente per poter lavorare sia costretta a lasciare la sua terra d’origine ed emigrare altrove.”
Le giornate dell’ emigrazione, oltre dei soliti dibattiti, tavole rotonde e meeting che si svolgeranno in Italia e all’estero fino al prossimo novembre, saranno anche occasione per realizzare, promuovere e divulgare mostre, libri, eventi teatrali e cinematogafici su tematiche legate all’emigrazione italiana e alle eccellenze ” made in Italy” in vari settori tra cui l’arte, l’economia, l’impresa, lo spettacolo, il giornalismo, la ricerca e l’innovazione. Nel programma, studiato a dovere dall’ASMEF, rientra anche, per il secondo anno consecutivo, l’interessante competizione culinaria con la finale 2013 del premio “Miss Chef” ideato da Mariangela Petruzzelli e che si svolgerà ad Ischia.

Servizio di Luigi Rubino
6 giugno 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook