“STORIA DELLA BICICLETTA” Mostra a Città della Scienza

“STORIA DELLA BICICLETTA” Mostra a Città della Scienza

Dopo il successo al Blomfield Scienze MUSEUM di GERUSALEMME  e all’ UNIVERSUM SCIENZE CENTRE di BREMA, BIKI- IT, è in corso di svolgimento a Città della Scienza a Napoli, l’unica tappa italiana della mostra internazionale sulla storia della bicicletta.

Il viaggio interattivo delle due ruote, progettato e realizzato da 5 tra i principali musei della scienza di diversi continenti che sorgono a Gerusalemme, Brema, Ottawa, Varsavia e Napoli, in occasione del bicentenario dell’invenzione della bicicletta intende far conoscere di più questo semplice veicolo in grado di trasformare e quindi migliorare gli stili di vita nel rispetto dell’ambiente, dando priorità alla mobilità consapevole.

La mostra presenta la bicicletta sotto il profilo tecnico e scientifico ed illustra le invenzioni nate come migloramenti dei meccanismi di questo veicolo e utilizzati poi in altri campi quali auto e aerei, cambiando la nostra società in termini di consumo, abitudini, stili di vita ed impatto ambientale.

La mostra si articola in tre sezioni: 1) La bici e la Macchina, la bici e il Ciclista, la Bici e la Società.

La bicicletta è una delle macchine più influenti mai progettate. Basta pensare ai fratelli Wright che grazie proprio a questo veicolo a due ruote, riuscirono a finanziare la sperimentazione sul volo usando anche biciclette o parti di queste per studiare il flusso d’aria e costruire prototipi di aerei.

La bicicletta continua anche oggi ad essere il principale mezzo di trasporto in molti stati nel mondo, soprattutto nella popolosa Cina ed è adoperata in ambito militare, in polizia, per i servizi di corriere e naturalmente nello sport con le leggendarie imprese di ciclismo di noti ciclisti italiani tra cui Bartali, Coppi, Gimondi.

La mostra fornisce al pubblico anche un excursus agli accessori inventati e disponibili sul mercato per migliorare la sicurezza e le prestazioni in bici. In esposizione troviamo “Manubri di biciclette al contrario” che ci dicono quanti sia impossibile e divertente la guida al contrario, girando il manubrio a destra per andare a sinistra e viceversa.  La “galleria del vento” spiega poi una serie di fenomeni legati alla fluidodinamica, dove si potrà pedalare con un vento do 80 Km/h, indossando una “Bat tuta”

Per quanto riguarda gli aspetti sociali, la bicicletta svolve un ruolo importante, considerato il suo ruolo culturale, rapporto comunicativo tra la gente di ogni strato sociale. Un elemento di attrazione della Mostra sono le Biciclette politiche che rappresentano il ruolo simbolico ricoperto dalla bici nell’ambito pubblicitario e politico in azioni di protesta e mobilitazione civile.

La mostra resterà aperta a Città della Scienza fino ad aprile 2020. Poi proseguirà il suo viaggio ad Ottawa in Canada e terminerà il suo tour a Varsavia nel 2022

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook