“Tutto Pizza” 4°Salone internazionale della pizza. Espositori e pizzaioli a confronto

“Tutto Pizza” 4°Salone internazionale della pizza. Espositori e pizzaioli a confronto

Continua con successo alla Mostra d’Oltremare di Napoli la 4 edizione di “Tutto Pizza”, la tre giorni dedicata alla pietanza più conosciuta nel mondo. L’evento che si concluderà domani sera, vede ogni anno un gran numero di partecipanti tra espositori e pizzaioli e una serie di convegni e incontri sulle tematiche legate alla pizza, sulla sua preparazione e ingredienti d’oc.

Moltissimi i marchi delle aziende presenti nel padiglione della Fiera. Durante l’esposizione si sono affrontati anche gli aspetti medici, sociali e dietetici della pizza, in continua fase di evoluzione, grazie alla fantasia e alle capacità culinarie di molti pizzaioli.

L’arte della pizza  è nel D.N.A napoletano da molti anni.  L’indotto che ruota intorno alla pizza ha un valore economico rilevante ha sottolineato il sindaco De Magistris. Valorizzare i prodotti di qualità della nostra terra è fondamentale per creare lavoro e innalzare il business, attraverso esperienze, conoscenze e strumenti da mettere a disposizione dei maestri pizzaiuoli.

Bisogna ricordare – ha detto Raffaele Biglietto, direttore di Tuttopizza” che il mondo della pizzeria negli ultimi anni è in continua evoluzione. La pizza – ha spiegato Biglietto- rappresenta certamente un volano per l’indotto che può generare, sia come materie prime che servizi e forniture. Oggi stiamo assistendo ad uno sviluppo del marketing. La pizzeria da bottega è diventata un’azienda di alta qualità”.

Il settore vanta oggi 150 mila addetti in Italia con un giro d’affari di 12 miliardi di euro solo nel nostro Paese e di circa 60 nel mondo. Fondamentale è stato il riconoscimento Unesco.  Ogni giorno nel Bel Paese vengono sfornate in media  5 milioni di pizze. Una bella cifra che fa sorridere gli operatori, chi ama il mestiere di pizzaiolo e i tanti buongustai  italiani e stranieri di una pietanza  alla portata di tutti.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook