TOH, FINALMENTE NAPOLI RIVEDE LE BICICLETTE !!!

servizio esclusivo di Luigi Rubino

LASCIARE A CASA L’AUTO SI PUO’. SFILATA SULLE DUE RUOTE PER LE VIE DEL CENTRO A DIFESA DELL’AMBIENTE E DELLA SALUTE

Uno scatto, una corsa e via. Si parte. Nelle strade del centro di Napoli si rivedono le biciclette, mezzo di trasporto che spesso rimane depositato in soffitta, ma ancora utile e divertente a qualsiasi età. Uscire dalle auto, che specialmente d’estate si trasformano in lamiere infuocate, evitare lo stress quotidiano del traffico cittadino, è salutare e divertente. Una lunga scia di ciclisti ha così invaso il centro cittadino. 

Il “tour” ciclistico ha percorso le principali arterie della città, toccando piazza Trieste e Trento, piazza del Plebiscito, via Santa Lucia e il lungomare del golfo dando vita anche ad una sorta di turismo alternativo. La singolare iniziativa è stata organizzata  dal “Critical Mass”, un movimento ecologista, amante della bicicletta  in continua espansione non solo in Italia, ma anche nel resto del mondo. “Critical Mass”- ci dice uno degli organizzatori Marcello – è un movimento nato il 26 settembre del 1992 a S.Francisco in California. Non è la prima volta che  la pedalata si tiene per le strade di Napoli. La manifestazione è infatti ormai al suo quarto anno. In termini di cifre, “Critical Mass” sta sempre più crescendo con appuntamenti che si sono tenuti in un recente passato in  Italia  e precisamente a  Genova, Roma e Gemona .Questo evento anche a Napoli  sta avendo un grande successo, nonostante che non esistono ancora piste ciclabili come in altre parti d’Italia. Andare in bicicletta – continua Marcello – è poi  divertente e  combatte anche i principal nemici della nostra salute che sono l’inquinamento acustico e quello dei  gas di scarico delle auto. Tengo a precisare che è una manifestazione libera, senza condizionamenti e padroni. E’ aperta a qualsiasi cittadino, giovane o anziano amante della bicicletta che può partecipare accodandosi a noi nel giro improvvisato della città, dal centro al lungomare e viceversa, senza nessun traguardo, comunicando tra loro all’aria aperta in maniera divertente fuori dalla “routine” di vita di tutti i giorni. L’appello che lancia Critical Mass appare chiaro:” Riconquistare strade e  piazze, anche perchè esse appartengono a tutti e non solo ai privilegiati dell’auto”.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook