Seiano in lutto dopo il suicidio “Antonetti”. Quali i motivi del folle gesto?

Seiano in lutto dopo il suicidio “Antonetti”. Quali i motivi del folle gesto?

aasorrentoC’ è ancora sgomento e tristezza a Seiano, piccolo paese della penisola Sorrentina, a pochi giorni dal suicidio di Giovanni Antonetti, giovane avvocato di 33 anni, coordinatore dell’Idv, che si è tolto la vita lanciandosi dal ponte della fermata della Circumvesuviana. Antonetti era molto conosciuto nel suo territorio per il costante impegno politico, con particolare attenzione agli abusi edilizi e l’ambiente, tanto che amava trascorrere spesso il suo tempo libero al mare, con particolare passione per le vele d’epoca.
Il giorno prima del tragico gesto il giovane aveva dato parola con la fidanzata in vista del matrimonio, programmato a giugno. Chi conosceva “Giovanni” sa di quanto sia stato tanto e costante il suo lavoro, insieme all’associazione ecologica del wwf, sul territorio. Era riuscito difatti a scoprire molte irregolarità e danni perpetrati al territorio, soprattutto nella Penisola Sorrentina. “Giovanni – dicono alcuni abitanti del paese, era un ragazzo tenace, ‘pulito’ semplice e mai si arrendeva di fronte alle prime difficoltà. Soprusi, ingiustizie, egli non li ha mai accettati fino all’ orribile e drammatico gesto suicida, frutto certamente di una società malata” e che Giovanni forse voleva curare con le sue idee sane e genuine.

Gigi Rubino

6 maggio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook