Raffaella Roversi
Raffaella Roversi

Biografia

Ho vissuto da piccola in Africa, a Lusaka. Quegli spazi dilatati e quei colori, forti, accesi, ancestrali, sono rimasti dentro me. Amo le grandi stanze dagli alti soffitti, l’immensità dello spazio intorno a me. Mi sono laureata con lode in legge a Roma, mia città natale; dopo un corso di specializzazione, sono partita con due borse di studio per Lussemburgo e Bruxelles. Non sono più tornata, passando 15 anni tra Bruxelles, dove ho lavorato nel settore giuridico comunitario e Monaco di Baviera, dove ho insegnato la lingua dei padri in azienda e all'università (LMU). Mi piace la lingua di Voltaire e quella di Goethe. Ma che piacere ritrovare la mia, con i colori e profumi dei suoi dialetti! Al teatro mi sono avvicinata dopo un grande patatrac affettivo. Avevo creduto che la vita fosse una cosa molto seria, per persone serie, tutte d’un pezzo. Poi tutto è crollato e del mio bel mosaico non è rimasta che qualche tessera scolorita che sembrava per giunta di un altro mosaico, di un’altra vita, non di quella che avevo creduto vivere. E così, per non farmi travolgere dalla mia storia, ho cominciato a guardare le storie degli altri su un palco. Arrivando alla conclusione vagamente burlesque, che la vita è un gran bel teatro! E questo vorrei condividere con voi: l'emozione, la finzione, la verità del teatro, o, se volete, della vita!

Articoli

Il “piccolo” violino Storioni e I cantieri del suono

Palazzo Visconti è uno dei più prestigiosi palazzi di Milano. Di origine seicentesca, è stato ristrutturato agli inizi del 900, ammantandosi cosi, di sinuosità liberty. Da secoli luogo di cultura, ha visto ospiti come Mozart, che vi tenne un concerto, Manzoni, Apollineaire. Non stupisce che la Fondazione Bracco lo abbia scelto come sua sede. É qui, nello storico teatrino, che…
Commenti

Il miracolo della Cena, le parole di Fernanda Wittgens al Cenacolo Vinciano

Dipinto per il refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie, a Milano, questa icona della cristianità rappresenta l’ultima cena di Gesù riunito con i suoi apostoli a tavola. Leonardo impiegò circa sedici anni a raccogliere tanti minuscoli dettagli e rielaborarli in un complesso unitario pittorico, dove il Cristo è motore immobile che genera una gamma di gesti, sentimenti e…
Commenti

Autunno ai Bagni Misteriosi, Teatro Franco Parenti

Un sogno per Tutti, non è solo l’ultimo libro a cura di Chiara Maraviglia, edito da Skira, che racconta la riqualificazione fortemente voluta da Andrée Ruth Schammah anima e guida del Teatro Franco Parenti (Milano), dell’ex Centro Balneare Caimi adiacente al teatro. É un’esperienza reale, concreta, che continua anche ora che i confini meramente teatrali si sono rarefatti dando vita…
Commenti

La Musica è per Tutti, progetto per valorizzare la grande musica

Qualche anno fa si poteva sostenere che la musica classica riprodotta assolvesse ad una funzione ancillare rispetto alla sacralità dell’ascolto dal vivo. Oggi questa subordinazione è stata cancellata dallo sviluppo tecnologico capace di offrire un’esperienza di ascolto non inferiore a quella dal vivo. Se poi alla riproduzione perfetta del suono, si aggiunge l’immagine precisa in HD, questa modalità di fruizione…
Commenti

Come sposare un miliardario. Ovvero il capitalismo spiegato da una donna…

Dal 4 al 15 luglio 2018, in una piccola sala del Teatro Franco Parenti di Milano va in scena Come sposare un miliardario, Ovvero il capitalismo spiegato da una donna… La drammaturgia è di Audrey Vernon, francese, classe 1980. In scena, Giorgia Sinicorni, che ha anche adattato e tradotto il testo. Ha l’aria felice quando entra in sala sorprendendo alle…
Commenti
Pagina 22 di 78« Prima...10...2021222324...304050...Ultima »