Raffaella Roversi
Raffaella Roversi

Biografia

Ho vissuto da piccola in Africa, a Lusaka. Quegli spazi dilatati e quei colori, forti, accesi, ancestrali, sono rimasti dentro me. Amo le grandi stanze dagli alti soffitti, l’immensità dello spazio intorno a me. Mi sono laureata con lode in legge a Roma, mia città natale; dopo un corso di specializzazione, sono partita con due borse di studio per Lussemburgo e Bruxelles. Non sono più tornata, passando 15 anni tra Bruxelles, dove ho lavorato nel settore giuridico comunitario e Monaco di Baviera, dove ho insegnato la lingua dei padri in azienda e all'università (LMU). Mi piace la lingua di Voltaire e quella di Goethe. Ma che piacere ritrovare la mia, con i colori e profumi dei suoi dialetti! Al teatro mi sono avvicinata dopo un grande patatrac affettivo. Avevo creduto che la vita fosse una cosa molto seria, per persone serie, tutte d’un pezzo. Poi tutto è crollato e del mio bel mosaico non è rimasta che qualche tessera scolorita che sembrava per giunta di un altro mosaico, di un’altra vita, non di quella che avevo creduto vivere. E così, per non farmi travolgere dalla mia storia, ho cominciato a guardare le storie degli altri su un palco. Arrivando alla conclusione vagamente burlesque, che la vita è un gran bel teatro! E questo vorrei condividere con voi: l'emozione, la finzione, la verità del teatro, o, se volete, della vita!

Articoli

Ottavo Richter play Russia con Ira Rubini e colbacchi

Conoscete il Teatro Gerolamo a Milano? É un angolo milanese per eccellenza, in pieno centro a pochi passi dal Duomo. Racconta anche un pezzo d’Italia, perchè vede i natali nel 1868, in quel periodo convulso postunitario in cui le città si danno una struttura architettonica e culturale “italica”. Nasce come teatro di Marionette (Carlo Colla) e teatro dialettale meneghino, con…
Commenti

Perhaps all the dragons… un teatro non teatro

Triennale Teatro dell’Arte, a Milano, sta diventando sempre più uno spazio di novità, inclusività e sperimentazione. Dal 18 al 20 ottobre 2018 grazie alla rinnovata collaborazione con ZONA K, ha presentato due performences: Remember the dragons…, destinata ad adolescenti a partire dagli 11 anni e Perhaps all the dragons… per un pubblico adulto. Io sono stata a quest’ultima. Non aspettatevi…
Commenti

Occident Express, “dall’altra parte” della morte

Ottavia Piccolo è dal 16 al 21 ottobre 2018 sul palco del Piccolo Teatro Grassi di Milano a dare parole ad un viaggio moderno: Occident Express. Non pensate a lussuosi esotismi suggeriti da un parallelismo con l’Orient Express. Il viaggio è un viaggio per la vita, dall’Irak devastata dalla guerra, sino all’occidente. Una via crucis pagana e moderna per arrivare…
Commenti

Antichi Organi del Canavese per la tradizione organistica

Nonostante sia molto antico, è stato inventato nel 275 a.C. circa a Alessandria d’Egitto e abbia attraverso secoli, popoli e culture, l’organo è sempre moderno per le sue ricche potenzialità sonore capaci di fondersi con timbri musicali di vario genere. Uno strumento totale, facilmente paragonabile ad un’orchestra sinfonica. Per la sua potenza timbrica, segno di solennità e dignità e il…
Commenti

La tragedia del vendicatore, l’azione senza logos

Nel buio della notte, il Faust di Goethe, alla ricerca di un’ispirazione, legge le parole dell’apostolo Giovanni: «in principio era il Verbo (logos)». Ma non è troppo convinto che la parola abbia tanto valore e si sforza di trovare un inizio diverso. Cosa poteva esserci all’inizio? Pensiero? Energia? No, si dice Faust, è l’azione nel suo farsi dinamico. Ma il…
Commenti
Pagina 12 di 69« Prima...1011121314...203040...Ultima »