Raffaella Roversi
Raffaella Roversi

Biografia

Ho vissuto da piccola in Africa, a Lusaka. Quegli spazi dilatati e quei colori, forti, accesi, ancestrali, sono rimasti dentro me. Amo le grandi stanze dagli alti soffitti, l’immensità dello spazio intorno a me. Mi sono laureata con lode in legge a Roma, mia città natale; dopo un corso di specializzazione, sono partita con due borse di studio per Lussemburgo e Bruxelles. Non sono più tornata, passando 15 anni tra Bruxelles, dove ho lavorato nel settore giuridico comunitario e Monaco di Baviera, dove ho insegnato la lingua dei padri in azienda e all'università (LMU). Mi piace la lingua di Voltaire e quella di Goethe. Ma che piacere ritrovare la mia, con i colori e profumi dei suoi dialetti! Al teatro mi sono avvicinata dopo un grande patatrac affettivo. Avevo creduto che la vita fosse una cosa molto seria, per persone serie, tutte d’un pezzo. Poi tutto è crollato e del mio bel mosaico non è rimasta che qualche tessera scolorita che sembrava per giunta di un altro mosaico, di un’altra vita, non di quella che avevo creduto vivere. E così, per non farmi travolgere dalla mia storia, ho cominciato a guardare le storie degli altri su un palco. Arrivando alla conclusione vagamente burlesque, che la vita è un gran bel teatro! E questo vorrei condividere con voi: l'emozione, la finzione, la verità del teatro, o, se volete, della vita!

Articoli

IL GATTO: volontà di distruzione senza limite

IL GATTO non ha sette vite. Almeno non quello di Georges Simenon, in scena al Teatro Franco Parenti di Milano fino al 1 dicembre2019. Emile l’ha trovato morto avvelenato da sua moglie Marguerite. Per vendicarsi, lui fa morire il pappagallo di lei. Questo è l’inizio dello spettacolo: la morte di GATTO, pappagallo e sentimenti. Anche la parola è morta, visto…
Commenti

Fake: una minaccia per la democrazia

A MTM Teatro Litta di Milano, è andato in scena sino al 1 dicembre 2019, uno spettacolo dal format davvero originale: Fake. Filippo Renda, anche in scena, firma la regia di questo testo incalzante di Valeria Cavalli. Fake sembra parlare di un esperimento socio-scientifico proposto da una società tedesca, la Verbreitung A.G. che si occupa di denunciare e divulgare i…
Commenti

Galà di Danza: gratitudine e umanità a passo di danza

Che si tratti di danza religiosa, propiziatoria, guerriera, la danza è l’arte di offrire sensazioni e di comunicare attraverso il movimento del corpo. Un corpo che si muove nel tempo e nello spazio. Non è solo virtuosismo fisico, ma una modalità di espressione e comunicazione della nostra anima, della nostra umanità. Non è un caso dunque che per esprimere umanità…
Commenti

Gioventù senza, l’era dei pesci sta tornando

Gioventù senza, di Bruno Fornasari, è uno spettacolo pieno di ritmo, movimento, dinamismo, coralità. In scena al Teatro Filodrammatici di Milano, sino al 24 novembre 2019, ha visto protagonisti Tommaso Amadio con una recitazione d’eccezione e dieci ragazzi diplomatisi ad ottobre 2018 all’Accademia dei Filodrammatici di Milano. La regia di Emiliano Bronzino sembra aver scolpito i loro giovani corpi, i…
Commenti

Barbablù: la morte del femminile

Sino a domenica 24 novembre 2019, al Teatro Carcano di Milano è andata in scena la nuova produzione del Centro D’Arte Contemporanea Teatro Carcano: Barbablù. Lo spettacolo sarà poi in tourneé in Sicilia. Nella favola di Perrault, Barbablù è un signore ricco e potente, che con le sue ricchezze compra tutto, anche le mogli, che poi finisce per uccidere perchè…
Commenti
Pagina 11 di 87« Prima...910111213...203040...Ultima »