Pesaro apre le porte alla “Mostra Internazionale del Nuovo Cinema”

di Enrico Ferdinandi

Pesaro ospiterà dal 19 al 27 giugno la “Mostra Internazionale del Nuovo Cinema”, manifestazione ormai giunta alla sua 47esima edizione, quest’anno sarà diretta da Giovanni Spagnoletti. Saranno sette i film in competizione per aggiudicarsi il Festival. Film provenienti da ogni parte del mondo che cercheranno di vincere un premio che diventa anno dopo anno sempre più prestigioso: il Premio Lino Micchichè.

La giuria sarà composta da: dal critico Fabio Ferzetti de Il Messaggero, dalla sceneggiatrice e regista Marina Spada e dalla giovane attrice Isabella Ragonese, avrà il compito di scegliere l’opera vincitrice tra: <=”” em=”"> di Park Jung-bum, Qu’ils Reposent En Revolte di Sylvain George, Eternity di Sivaroj Kongsakul, Flying Fish di Sanjeewa Pushpakumara, Hard Labor di Juliana Rojas e Marco Dutra, Medianeras di Gustavo Taretto e Headshots di Lawrence Tooley. <br /> Per questa edizione la star internazionale, seppur non è ancora del tutto stata confermata la sua presenza, è  il messicano Gael Garcia Bernal,, un interprete in grado di stupire come pochi che ha conquistato la ribalta grazie al film The Rain, della regista spagnola Iciair Bollain sulla guerra per l’acqua, film che tra l’altro chiuderà la mostra.<br /> Il tema predominante di questa edizione saranno i documentari provenienti dalla Russia, nazione che proprio quest’anno celebra la cultura e la a lingua italiana. Un reciproco scambio quindi, volto a far comprendere ai cittadini di nazioni differenti per storia e cultura una diversa società, senza mai scordare però che anche se diversi siamo tutti figli dello stesso mondo. Gli autori russi che saranno i protagonisti del Festival e che hanno letteralmente segnato la scena contemporanea sono Kosakovskij, del quale verranno proiettati i film Tiše! / Hush! e Svyato, Medvedv con Ascention e On The Third Planet From The Sun, e Razbez kina con i film The Holydays e Simply Life.  Nel programma dell’evento è anche previsto uno speciale omaggio agli autori indipendenti Pavel Kostomarov, Antoin Cattin, Aleksandr Rastorguev, infine molto spazio sarà riservato alle donne a cui è dedicata una sezione dal titolo "Cinema Russo Contemporaneo: Sguardi femminili", che presenta due film delle registe Proskurina e Semenova.<br /> Importante è anche lo spazio che è riservato ai giovani, quest’anno difatti una sarà presentata una grande novità: “Il Premio CineMarche Giovani 2011” che selezionerà i cortometraggi dei migliori giovani autori che vivono nella regione Marche.</p>”

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook