Quattro giorni di neve al Nord per l’arrivo dell’”orso siberiano”

Weekend elettorale caratterizzato dal maltempo, potrà influire sull’esito del voto. Miglioramenti solo da lunedì pomeriggio

Ancora un ondata di freddo sull’Italia per l’arrivo della perturbazione denominata l’”Orso siberiano”. La Protezione Civile  ha allertato tutte le regioni settentrionali per questa vasta perturbazione proveniente dal Nord Europa, che porterà quattro giorni di abbondanti nevicate.
L’avviso prevede, in particolare, neve dalle prime ore della giornata di giovedì 21 febbraio anche in pianura su Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia.
Le città del centro-nord hanno dunque attivato il piano neve e a Milano a partire dalle 6 di giovedì sono previste precipitazioni nevose che potrebbero lasciare su strade e marciapiedi fino a 5 centimetri di neve.
Palazzo Marino rende noto che Polizia locale e Protezione civile sono pronti a intervenire e a far scattare il piano neve. Per combattere l’ondata di freddo sono stati mobilitat gli agricoltori della Coldiretti, per intervenire a togliere la neve dalle strade e distribuire il sale, per scongiurare il  pericolo gelo.

Il maltempo durerà tutto il weekend, in cui si svolgeranno le elezioni, ed i partiti e gli addetti ai sondaggi tengono d’occhio le previsioni del tempo, perchè  il fattore meteo protebbe influire sull’andamento dell’affluenza ai seggi e quindi sull’esito del voto,  considerando che la stragrande maggioranza degli elettori è sempre più anziani, motivo per cui potrebbero incontrare obiettive difficoltà a recarsi al seggio a causa delle condizioni del tempo.
Un  miglioramento delle condizioni meteo arriverà non prima di lunedì pomeriggio, a parire dal Nord, per poi raggiungere il Centro-Sud verso sera, dove però ci sarà ancora tempo perturbato e precipitazioni.

Sebastiano Di Mauro
21 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook