Orio al Serio, Boeing 737 finisce sulla statale

Orio al Serio, Boeing 737 finisce sulla statale
(Foto: quotidiano.net)

Orio al Serio, paura e disagi sullo scalo lombardo

Paura e grossi disagi all’aeroporto di Bergamo – Orio al Serio a seguito dell’incidente provocato da un boeing 737 – 400 in fase d’atterraggio sullo scalo lombardo. Il velivolo, un cargo della DHL, non è riuscito ad arrestare la sua corsa dopo aver toccato terra e ha travolto le recinzioni dell’aeroporto, finendo col muso sulla carreggiata della statale 591. Nonostante si tratti di una strada molto trafficata, l’incidente non ha provocato vittime – complice l’orario (erano circa le 4 del mattino) – ma ha causato grossi disagi ai passeggeri in attesa degli imbarchi; 2500 persone sono state infatti costrette a partire con forti ritardi o a subire la cancellazione del proprio volo. Secondo la Sacbo (società che gestisce lo scalo) sono 15 quelli soppressi da Ryanair mentre L’Enac ha invitato i passeggeri a contattare le compagnie aeree di riferimento e la stessa Sacbo per verificare l’operatività dei propri voli.

Disagi per passeggeri

L’aeroporto di Orio al Serio è tornato in funzione poco prima delle 7 ma servirà ancora del tempo per ripristinare le strutture danneggiate dallo schianto e tornare al normale regime di traffico aereo. Dopo l’incidente, l’Enac (soggetto regolatore delle attività di trasporto aereo) ha informato l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv), la quale ha immediatamente aperto un’inchiesta e inviato i propri ispettori per capire le cause del mancato arresto del velivolo. Per una risposta più dettagliata rispetto ai rilevamenti in loco, sarà comunque necessario attendere la lettura da parte dei tecnici dell’Ansv dei dati contenuti nelle scatole nere presenti nel Boeing, prelevate dai vigili del fuoco prontamente accorsi sul posto al momento dell’incidente. Per far luce sulle cause è stato inoltre convocato un vertice in prefettura.

Problemi alla viabilità

Per il momento rimane interrotta la viabilità sul ramo della statale 591 in cui il Boeing ha terminato la sua corsa. La chiusura al traffico complica notevolmente l’arrivo in aeroporto per chi deve imbarcarsi, anche se è stato approntato un percorso alternativo che rimarrà in funzione fino alla rimozione dell’aereo e alla completa bonifica dell’area dell’incidente. Nell’area è presente anche del carburante, fuoriuscito dal 737 a seguito dello schianto. Per chi arriva in autostrada l’uscita è Seriate, mentre chi viaggia sulla viabilità ordinaria c’è un asse interurbano con uscita Grassobio zona industriale.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook