Anonymous invoca una manifestazione mondiale l’8 dicembre

Negli ultimi tempi il collettivo di hackers più temuto del mondo è molto impegnato. Ora torna a colpire con una richiesta che coinvolge tutti i cittadini del mondo a manifestare nella giornata dell’8 dicembre contro la sorveglianza globale degli individui sul web e nel quotidiano privato di ogni singlo individuo. 

Come di consueto il gruppo rispetta il proprio modus operandi e propone dunque un messaggio spiegando che “La sorveglianza dei popoli è diventata una priorità per i nostri governi.

Tentano di mettere mano sul cyberspazio sotto copertura della prevenzione delle minacce terroriste. Dopo l’ultimo decennio questo sistema è stato senz’altro largamente utlilizzato da governi del globo per leggittimare le loro scelte in materia di sicurezza. Gli sforzi folgoranti delle tecnologie trovano dunque una giusitificazione; il terrorismo. Il cui portrait non è stato ancora chiaramente definito. Osiamo porre la domanda: chi è il terrosita ? è veramente il mostro che minaccia la nostra democrazia ? O è un uomo politico destinato a farci dimenticare ogni giorno i nostri governi che minano la nosta vita privata ? Abbiamo noi ricevuto una risposta chiara senza equivoci a questa domanda ? “

Anonymous mette in guardia “i cittadini del mondo quasi libero”, contro differenti dossiers in corso di elaborazione che hanno per obiettivo ostacolare e eliminare le libertà individuali e collettive come l’Indect progetto di sorveglianza di massa sviluppato da imprese private e da alcune università europee come l’INP ENSIMAG di Grenoble con il finanziamento dell’Europa utilizzando telecamere di sorveglianza per analizzare i comportamenti sospetti. Gli Anonymoous danno consigli per ogni partecipante alla manifestazione in questione spronando un movimento di natura pacifica.

Manuel Giannantonio

3 dicembre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook