Usa, inaugurata centrale Enel. Renzi: «trionfo del made in Italy»

Usa, inaugurata centrale Enel. Renzi: «trionfo del made in Italy»
Il primo ministro Renzi inaugura il nuovo impianto Enel in Nevada

«Il futuro è  l’energia e la tecnologia». Con queste parole il premier Matteo Renzi ha aperto l’inaugurazione dell’impianto Enel in Nevada, prima tappa del suo tour statunitense che lo vedrà impegnato a Boston, Chicago e Washington.

Parlando dell’Enel stillwater, il primo ‘ibrido’ geotermia-termosolare al mondo, Renzi ha voluto sottolineare che «si tratta di un trionfo del made in Italy, una tecnologia nuova, nella quale siamo i migliori al mondo. È un simbolo della collaborazione possibile tra Usa e Italia – ha aggiunto il premier- Se investiamo in tecnologia, possiamo creare un mondo nuovo e questo è un grande spazio di collaborazione tra Usa e Italia, che possono collaborare non solo nei campi tradizionali ma anche sulle energie rinnovabili».

L’entusiasmo per la costruzione dell’impianto stillwater è stato accompagnato dal commento dell’ad Enel Francesco Starace, il quale ha elencato i vantaggi della nuova centrale:«è la più grande del suo genere ed è la più grande a combinare l’energia geotermica con quella solare, realizzando una simbiosi ricca di potenzialità». L’ad ha anticipato l’apertura di un nuovo impianto in Germania, dato che già nel nuovo continente permetterà a 56 mila famiglie americane di risparmiare 140 tonnellate di Co2.

Il tour di Renzi proseguirà fino a venerdì, giorno in cui sarà a Washington per  partecipare al Nuclear Security Summit con il presidente Barack Obama. Nel frattempo il premier ha  annunciato su Twitter un’ altra buona notizia: «vinta gara Messico da 1,5 mld di euro. Sempre più leader su energia #orgoglioItalia».

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook