Inizia il contagio de La Febbre del Sabato Sera alla Fashion week

Il musical La febbre del sabato sera, che debutterà il 18 ottobre al Teatro Nazionale di Milano, fa già sentire i suoi primi sintomi e sabato 22 settembre alle 18.30 presso la tensostruttura di camera nazionale della moda italiana al Castello Sforzesco darà al pubblico un assaggio di quello che sarà il grande spettacolo, con un esclusivo showcase. Un anteprima assoluta del musical che introdurrà nello spettacolo, sulle note delle famosissime hit dei Bee Gees, da Stayin’ Alive a Night Fever e You should be dancing, facendo rivivere la leggendaria era della disco nella New York degli anni ’70.

Non c’era occasione migliore per lo spettacolo, che presentarsi al pubblico milanese in questa settinana speciale, dove sulle strade del centro c’è tutto un clima festaiolo per la vetrina internazionale della Fashion week, e il suo scendere in pista è senz’altro un valore aggiunto, che la produzione targata Stage Italia ha voluto regalare non solo ai milanesi, ma anche al grande pubblico internazionale che sta convergendo nella città meneghina per la kermesse delle moda.

Sabato 22 settembre quindi La Febbre del Sabato Sera si va ad intersecare con pertinenza nel calendario degli eventi culturali della Settimana della Moda, organizzati dalla Camera Nazionale della Moda Italiana e dal Comune di Milano. Ma quello delle 18,30 non sarà il solo “incontro ravvicinato” con lo straordinario Spettacolo, perchè alle 12.30 un altro appuntamento è previsto presso la Fashion House Mondadori di Piazzetta Liberty, con Anni ’70 Trucco e Capelli ai tempi de “La Febbre del Sabato Sera”, dove i responsabili Make Up e Wigs Stage Italia sveleranno tutti i segreti per realizzare un make up ed una acconciatura alla Tony Manero (Wigs and Make Up Design by Atelier Sjoerd Didden, Costume Design by Cocky van Huijkelom).

 

L’ingresso alla tensostruttura è gratuito, fino ad esaurimento posti e si potrà ballare insieme al cast al completo dello musical, ispirato al film cult Saturday Night Fever (1977) prodotto da Robert Stigwood, il cui Tony Manero, è interpretato dallo straordinario Gabrio Gentilini, di un anno più giovane di John Travolta quando interpretò questo indimenticabile film generazionale di John Badham.

A chi si perderà questa occasione unica, per rivivere la magia degli anni 70, attraverso quello che si annuncia il più grande Musical della stagione, non gli rimane che aspettare di vederlo sul palco del Teatro Nazionale a partire dal 18 ottobre.

La Febbre del sabato Sera è una produzione Stage Entertainment, la multinazionale olandese fondata da Joop Van den Ende che ha rivoluzionato il mercato europeo del live entertainment, che produce in Europa musical di qualità, sul modello di Broadway e del West End di Londra. Per questa sua attività in Italia non solo rivaluta importanti Teatri mettendo in scena spettacoli a lunga tenitura (long running show), ma attinge al notevole patrimonio di giovani artisti italiani per allestire i suoi musical, che con la crisi economica in atto e la conseguente crisi della cultura e del Teatro, rappresenta una bella boccata d’ossigeno per lo Spettacolo in Italia.

In questo progetto nel 2009 Stage Italia ha ristrutturato il Teatro Nazionale per portarlo ai livelli di comfort, design e tecnologia necessari ad ospitare i suoi spettacoli e da allora ha prodotto musical campioni di incassi tra cui: La Bella e la Bestia, MAMMA MIA!, Flashdance, Sister Act e, per la stagione 2012-2013, fino ad arrivare a La Febbre del Sabato Sera, che potrà superare ogni record, solo attraverso il pubblico appassionato di questo genere e di chi vorrà appassionarsi, perchè non è mai troppo tardi calarsi nella magia del Teatro, che nel caso del Musical è doppia perchè accompagnata dalla musica, alchimia perfetta per stregare piacevolmente.

 

Sebastiano Di Mauro
21 settembre 2012

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook