Fashion week 2012 a Milano che si presenta al mondo della moda

Puntuale come le stagioni è arrivata anche quest’anno la settimana della moda milanese, oramai meglio conosciuta con l’inglesismo “fashion week”, così la città si è animata e ravvivata in una “caos” molto positivo per la città, perchè gli occhi degli addetti al settore di tutto il mondo sono puntati su  Milano, che in questi giorni vivrà con grande trepidazione in attesa di  tirare i conti di questa importante appuntamento internazionale che ha avuto inizio ieri e ci terrà allegramente compagnia fino al 25 settembre.
In città è moda ovunque e tanti sono gli eventi organizzati anche da privati e  commercianti per l’occasione, oltre alle 131 collezioni in passerella, per presentare le nuove collezioni primavera/estate 2013.  La moda potrà essere seguita anche per strada, con soste mordi e fuggi, nella pausa pranzo o mentre si ritorna a casa dopo una giornata di lavoro.  In via Mercanti dei maxi schermi proiettano le sfilate dell’autunno-inverno 2012-2013, e si potranno scoprire le nuove tendenze per la stagione che sta arrivando. Anche chi è appassionato di tecnologia e non ha tempo per fermarsi in strada, può scaricare la App, appositamente  creata per seguire le sfilate dallo smartphone.

L’edizione 2013 della “fashion week” ha visto il debutto con la collezione cosmopolita di  Alviero Martini, seguita  dall’esotismo di Paola Frani, ma anche l’accostamento delle taglie morbide e sensuali di Elena Mirò. E’ stato invece Gucci il primo big a calcare le scene della moda milanese. Ma la grande protagonista della collezione primavera estate 2013 è Simonetta Ravizza, che ha presentato i suoi capi in pelle, pensati per una donna giovane e sensuale: righe, stampe ad effetto «tie and dye», pelle black lavorata a laser come un pizzo, insieme a visoni black-white.
Nella prima giornata di questa grande manifestazione, la sostenibilità della moda, è stato  il tema centrale. A cominciare dalla mattinata con la firma dell’eco-accordo tra Gucci ed il ministero dell’Ambiente, fino ad arrivare a sera con lo spettacolo voluto dalla Cnmi (Camera nazionale della moda italiana), che ha visto nella piazza Duomo milanese, mille ragazzi, tra allievi di scuole di moda, arte e design, che hanno rappresentato con  le loro magliette di colore differente, il simbolo del Terzo paradiso di Michelangelo Pistoletto: i movimenti coreografici dei  ragazzi sono stati seguiti dall’alto e riprodotti sullo grande schermo, sulle note di  «Volare» del grande Domenico Modugno cantata dall’altrettanto big,  Gianna Nannini.  Pistoletto ha spiegato:«Si tratta del simbolo tradizionale dell’artificio, costituito però da tre cerchi invece che due: il terzo va a rappresentare proprio il punto di contatto ideale tra natura e artificio»
La giornata di ieri è stata un tripudio di colori e non ci si poteva non accorgere del vivace fermento settembrino nel  centro storico di Milano,  trasformato in una grande passerella a cielo aperto, che vedrà settanta sfilate che si susseguiranno durante la manifestazione, nelle cinque prestigiose location allestite per  la kermesse: il Castello Sforzesco, Palazzo Clerici, la storica sede del Circolo Filologico di via Clerici e l’antico palazzo della Ragione. Il clou degli eventi però è stato riservato per il  week end, con l’apertura di moltissime gallerie d’arte e molti eventi aperti a tutti.
La prima giornata si  è conclusa con lo spettacolo gratuito «Calore» al Castello sforzesco. Poi Sabato prossimo, sempre al Castello, alle ore 18,30 nella tensostruttura della Cnmi, sarà il turno dello showcase del musical “La Febbre del Sabato Sera”, che avrà un anteprima alle alle 12.30 con l’incontro Anni 70 Trucco e Capelli ai tempi de ‘La Febbre del Sabato Sera”, che si terrà presso la Fashion House Mondadori di Piazzetta Liberty. In quell’occasione verranno svelati tutti i segreti per realizzare un make up ed una acconciatura alla Tony Manero, che tra breve vedremo sulle scene del Teatro Nazionale interpretato dal talentuoso e brillante Gabrio Gentilini. Se dovreste perdere questa occasione di ballare, insieme al cast completo dello spettacolo sulle leggendarie hit dei Bee Gees, da Stayin’ Alive a Night Fever a You should be dancing, avrete ancora molto tempo per farlo a partire dal 18 di ottobre in poi.
Oggi poi sarà  il primo «Giovedì di Milano» con le telecamere di Area C  che si spegneranno alle 18, con un’ora e mezzo di anticipo rispetto all’orario prestabilito. Ma non dimenticate le tante occasioni  per vivere la città, a parire dall’arte, con l’inaugurazione a Palazzo Reale della mostra di Picasso, ma anche le visite guidate al Castello Sforzesco fino alle 19.30, poi la scoperta di Bramantino alla musica grazie a MITO, con quattro differenti eventi: Teatro Elfo, Hangar Bicocca, Blue Note e Università Bocconi. A chi invece è appassionato di Cinema, oggi potranno trovare il loro evento del giovedì con «Milano Film Festival» e «Le vie del Cinema-I film di Venezia e Locarno a Milano» che,  in nove spazi cittadini proietteranno pellicole e cortometraggi d’autore.

Sebastiano Di Mauro
20 settembre 2012

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook