Domani Giornata Nazionale Contro il Carovita: consumatori in catene a Montecitorio

Tutte le associazioni dei consumatori in piazza con le proprie delegazioni e alle ore 12 chiederanno di essere ricevuti dal premier Mario Monti.

Nonostante aleatorie rassicurazioni la crisi continua a far sentire i suoi morsi perchè non sembra affatto vero  che abbia intenzione di fare le valigie e lasciare il nostro territorio dall’oggi al domani.
Sono ancora in tanti a fare i conti con difficoltà economiche ed il rischio di impoverimento è sempre dietro l’angolo anche per quei soggetti o categorie che sembravano immuni. Basta un matrimonio andato a male, una morte improvvisa nella famiglia, o un altro imprevisto inedito, come perdere il lavoro, che subito si sfiora o si precipita nella povertà. Gente “normale”  che si viene improvvisamente a trovare nell’impossibilità di far fronte ai propri impegni per pagare mutuo,  progetti per i figli, spese per la casa.
I dati statistici recenti lo hanno confermato che la povertà in Italia è in aumento e i parametri di queste  “miserie urbane” arrrivano  dalle amministrazioni locali, dai servizi sociali e dalla rete del volontariato, che si sono trovati impreparati per affrontare le emergenze.

In questi  casi ci si sente smarriti, disorientati, e si  finisce per deprimersi e perdere fiducia nel futuro, fino ad arrivare a gesti estremi come togliersi la vita.
Per la crisi non ci sono zone franche, da Nord a Sud lungo lo Stivale, tutte le categorie sono state colpite. Così a Roma, Milano, Torino, Roma e Napoli, fino ad arrivare a Palermo e Catania, la crisi si è fatta sentire ed ha aperto accesi dibattiti su come affrontarla.
Sia pure in realtà diverse tra di loro, per una pluralità di situazioni pero si ritrovano i medesimi problemi, come operai in cassa integrazione,  giovani precari, vittime dell’usura,  difficoltà abitativa, senza fissa dimora, anziani senza assistenza,  madri sole ecc.
Per tutto questo domani 19 settembre, i Consumatori si ritroveranno davanti a Montecitorio  in  catene. E’ questa la singolare risposta di tutte le associazioni di consumatori che attraverso le federazioni territoriali, metteranno in atto la clamorosa protesta, che non trova precendenti in  Italia.
Alle ore 12 una delegazione, costituita dai presidenti delle 9 associazioni,  presenterà al  governo le richieste contro il carovita e chiederà di essere ricevute da Mario Monti. Per tale motivo si invitano  tutti i consumatori a partecipare.
la Giornata nazionale contro il carovita  è stata indetta da tutte le associazioni dei consumatori italiane (Associazione Consumatori Utenti, Assoutenti, Casa del Consumatore, Codacons, Codici, Confconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori, con la partecipazione di Coldiretti, Acli Terra e Comitas), che scenderanno in piazza  a fianco dei consumatori.
L’iniziativa, spiegano le associazioni è molto singolare e mira ad attirare l’attenzione dei mass media di tutto il mondo ma soprattutto quella del Governo e delle istituzioni italiane, finora indifferenti alle problematiche concrete dei consumatori.
Secondo le  misure richieste,  se messe a regime, porterebbero ad un risparmio di circa 2.500 euro annui a famiglia.
Chi intende partecipare all’iniziativa  può inviare una mail di adesione alla manifestazione agli indirizzi di posta elettronica delle sedi locali rinvenibili sui rispettivi siti web.

Sebastiano Di Mauro
18 settembre 2012

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook