Gennaro D’Avanzo e Monica Rugina, sposi sul palcoscenico del teatro San Babila

Che Gennaro D’Avanzo, direttore del Teatro San Babila,  fosse estroverso era risaputo e, chiunque lo conosce è abituato ai suoi exploit frutto della sua fervida fantasia e intraprendenza, ma che si sarebbe sposato proprio sul palcoscenico, pochi se lo aspettavano.
Così sono stati in tanti a rimanere sorpresi nel ricevere l’invito delle nozze tra Gennaro D’Avanzo e Monica Rugina, che si sono celebrate nella storica Sala del Teatro San Babila. A rallegrarsi e festeggiare tutti gli abbonati del San Babila e gli amici che, sabato 15 settembre 2012 hanno gremito la sala ed almeno in 500 hanno potuto brindare agli sposi.
Una cerimonia si estrosa, ma di buon gusto con un tocco di classe, che ha visto i due stupendi sposi al centro della scena. La sposa, accompoagnata dal padre, venuto appositamente dalla Romania, indossava un abito di Chiara Vitale dell’Atelier Kore, è stata introdotta sul palco da 14 damigelle, con ognuna di loro in mano un piccolo bouquet di rose bianche, formando una splendida cornice al tempo di “Time of my Life” di Flashdance. Tra le damigelle c’erano le sue migliori amiche venute dalla Romania, e la figlia di Gennaro D’Avanzo, Claudia ed anche Violetta Serreli,  mediapartner del Teatro San Babila come e20webTv. Mentre tra i testimoni che hanno firmato davanti al delegato del  Comune di Milano Carmine Abbagnale, c’erano il figlio Diego e l’avvocato Raucci. Sul palco non potevano mancare Walter di Gemma e Edmondo Capecelatro, due grandi amici di Gennaro D’Avanzo, con i quali divide anche l’esperienza televisiva di Milano a Teatro!

L’incontro tra i due sposi invece non è avvenuto con la classica marcia nuziale, ma sulle note di “Tu mi tiri su”, della cantante Giorgia,  sul cui testo Roberto Bolle ha girato uno spassoso video. Insomma una cerimonia perfetta e di gran gusto, il cui cerimoniere è stato Walter di Gemma, che con grande maestria a condotto la serata.
L’intrattenimento musicale  è stato a cura di Pasquale Sessa e, come regalo agli sposi, si sono esibiti  Renato Converso, cabarettista della Corte dei Miracoli,  Walter Di Gemma, il Mago Martin e la ballerina di burlesque Satin. Un regalo supplementare davvero speciale invece è arrivato agli sposi dall’oriente, con la soprano  Lee Lee, che ha omaggiato gli sposi con un canto tradizionale cinese, passando poi per il “Nessun Dorma” e  accompagnando il brindisi finale con il “Libiam”, dalla Traviata. Gli sposi hanno lasciato il palco sulle note dì “Siamo la coppia più bella del mondo”.
Da segnalare il video proiettato in sala, prima della cerimonia, con un intervista esclusiva agli sposi, condotta da Violetta Serreli, dalla quale i presenti hanno potuto conoscere tanti particoloari di questa bella storia d’amore, che come si sa non conosce età, anzi l’amore rinvigorisce e ci fa guardare la vita con uno spirito diverso: forse era questa la luce negli occhi di Gennaro D’avanzo la sera della presentazione.
Dopo l’allegra e originale cerimonia gli sposi uscivano dal teatro; ad attenderli i numerosi ospiti che li hanno onorati con un lancio di petali dì rosa. Infine si allontanavano sull’auto condotta dall’autista d’eccezione Walter di Gemma, con il classico allegro frastuno di barattoli, come vuole la migliore tradizione delle pellicole di Hollywood.
Nella gioiosa circostanza Gennaro D’Avanzo, a chi gli chiedeva del perchè della sua estrosa scelta rispondeva: «Dopo 35 anni di passione, spesi in questo teatro, non potevo scegliere luogo migliore».
Gennaro D’avanzo ha conseguito il diploma con medaglia d’oro all’Accademia d’Arte Drammatica di Milano nel 1978 è stato direttore del Teatro San Babila fin dal 1997, poi dal 1997 al 2002 lo è stato del Teatro Nuovo, ma nel 2002 è tornato al primo amore al San Babila, come amministratore unico.
La poliedricità di D’avanzo, unita al calore partenopeo che lo pervade, lo porta ad essere presentatore, autore, attore ed anche fine dicitore. Egli ha fatto del teatro la sua vita e lo si vede dalla passione che dedica e trasmette a tutto il pubblico che, dopo tanti anni, lo segue, stagione dopo stagione ancora con autentica ammirazione. E proprio per queste sue qualità che lo scorso anno è stato insignito dell’Ambrogino d’Oro, il più ambito premio meneghino,  per la sua generosità verso associazioni e istituzioni impegnate ad aiutare le persone più disagiate.
La sposa di Gennaro D’Avanzo, Monica Rugina, ha iniziato la sua carriera presso il Teatro delle Erbe di Milano con mansione di cassa, passando successivamente al Teatro San Babila con la stessa mansione, fino a ricoprire il ruolo di responsabile del personale e direttore tecnico. Tre anni fa, insieme a Gennaro D’Avanzo, ha fondato l’Associazione Culturale Teatro San Babila ed attualmente appare, in veste di modella, indossando gli abiti e gli accessori di Atelier Kore, di Chiara Vitale, nella trasmissione “Milano a… Teatro”, condotta da D’Avanzo insieme a Walter Di Gemma.
Non si può che concludere augurando agli sposi, da parte della nostra testata,  che questo giorno di grande gioia, possa essere solo l’inizio di una lunghissima sequenza di splendidi ed interminabili momenti.

Sebastiano Di Mauro
16 settembre 2012

 

Foto di: Silvia Arosio (http://dietrolequinte.blogosfere.it)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook