Olimpiadi inglesi al via… Un film quasi interminabile…

Tra canti, musica , balli e luci si è aperta a Londra la 30esima edizione dei giochi olimpici.

Quasi quattro ore hanno animato l’apertura della 30esima edizione  dei giochi olimpici di Londra.  Allo show inaugurale, ideato da Danny Boyle, hanno partecipato molti potenti della Terra. In tribuna, oltre al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, presenti ben 130 capi di Stato, autorità e star. A dichiarare ufficialmente aperti i giochi in terra londinese è stato Bradley Wiggins ( primo ciclista britannico a vincere il giro di Francia)  il quale ha suonato la campana armonica, la più grande del mondo.

La famosa torcia, simbolo storico dei giochi, è stata portata dentro lo stadio dal canottiere Steve Redgrave, unico atleta britannico a vincere ben cinque olimpiadi. Stupendo lo scenario che si è aperto davanti agli occhi di tutto il mondo con  il prato dello stadio Olimpico trasformato, nell’occasione,  in un paesaggio bucolico della campagna inglese con bambini che ballano. Le coreografie  hanno poi  richiamato le varie  epoche storiche dell’Inghilterra, come quella della Rivoluzione  industriale del XIX secolo. Alle 22, 25 circa  è arrivata la regina Elisabetta che accompagnata da  Daniel Craig, protagonista dell’ultimo Janes Bond, si è prestata a vestire i panni di attrice, atterrando poi nello stadio londinese, teatro della festa londinese. Un gruppo di ragazzi, hanno cantato l’inno “Goog Save the Queen.” Una volta alzata la bandiera del Regno Unito, suggestiva è stata la scena dedicata ai bambini in omaggio alle letterattura inglese.  In campo protagonisti sono stati i personaggi dell’animazione di fumetti e cartoni per i più piccoli: Peter Pan, capitan Uncino, Crudelia De Mon della carica dei 101, Harry Potter, il cattivo Chitty Chitty Bang Bang  e tanti Mary Poppins che sono calati dal cielo in abito nero con il classico ombrello con luci.  Seicento danzatori, reclutati dal servizio  sanitario nazionale inglese sono stati poi i protagonisti della successiva scena. insieme a molti bambini, che sui loro lettini di ospedale  hanno gioito con salti di gioia. Più tardi è entrato in azione anche il calciatore David Beckham che, alla guida di un motoscafo, ha portato  la fiaccola sul Tamigi. Si è poi passato alla sfilata degli atleti, con le proprie bandiere:  Presenti: l’hockeysta argentina Luciana Aymar, la cestista Lauren Jackon, il doppiesta bielorusso Max Mirnyi e tanti altri atleti di tutte le nazioni partecipanti. La nostra delegazione si è presentata con  Valentina Vezzali e il canottiere  Simone Venier il quale ha lanciato un messaggio al papà ” Gliole papà è qui.”

Gigi Rubino

28 luglio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook