Torna l’ora solare, ecco i consigli per superare i disagi

Torna l’ora solare, ecco i consigli per superare i disagi

Questo week end si dormirà un’ora in più. Nella notte fra sabato e domenica torna l’ora solare: precisamente alle ore 03.00 si dovranno spostare un’ora indietro le lancette degli orologi.

L’ora legale tornerà, poi, in vigore dal 27 marzo 2016.

Secondo quanto rilevato da Terna, il gestore della rete elettrica nazionale, durante i sette mesi di ora legale iniziati il 29 marzo 2015, grazie proprio a quell’ora quotidiana di luce in piu’ che ha portato a posticipare l’uso della luce artificiale, l’Italia ha risparmiato complessivamente 552,3 milioni di kilowattora, che in termini di costi corrispondono a un risparmio per l’Italia di 89,3 milioni di euro.

Analizzando l’arco temporale tra il 2004 al 2015 il risparmio complessivo del nostro Paese e’ stato di circa 7 miliardi e 270 milioni di kilowattora, pari a un valore di circa 1 miliardo e 79 milioni di euro.

Per molti, però, il passaggio all’ora solare comporta disturbi, quali insonnia accompagnata da ansia, nervosismo, malumore, mal di testa e tensione muscolare.

Sarebbero ben 12 milioni gli italiani a rischio disagio emotivo. 3 milioni, secondo recenti studi, soffrirebbero di SAD “Seasonal Affective Disorder”, la cosiddetta “depressione stagionale”.

Lo psichiatra Michele Cucchi, Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano, spiega: “Le attività ormonali e cerebrali che regolano il sonno e le malattie dell’umore hanno una ritmicità sia giornaliera che mensile e annuale. Molte teorie derivate da evidenze scientifiche suggeriscono che la depressione sia proprio la malattia dei ritmi biologici: una loro alterazione precipiterebbe i meccanismi che generano la sindrome depressiva, fatta infatti non solo di mal di vivere, pessimismo, sensi di colpa e apatia ma anche di sintomi prettamente fisici e anche più intuitivamente riconducibili ai ritmi circadiani: insonnia, inappetenza, un’oscillazione della gravità della sintomatologia nel corso della giornata”.

Secondo alcune statistiche in questo periodo dell’anno aumenterebbe anche il numero di incidenti stradali, in quanto l’insonnia provocherebbe una minore capacità di concentrazione ed esporrebbe i guidatori a maggior rischi.

L’esperto suggerisce alcune semplici regole per superare questi disagi: “provare a risincronizzare i nostri ritmi biologici, cercando di andare a letto prima nei giorni precedenti al cambio dell’ora e alzandoci prima nello stesso week end.”

Per chi non ha problemi cardiocircolatori, consiglia ancora: “sveglia all’alba, seguita da una sessione di movimento, per superare i malesseri stagionali”.

Per un passaggio piu’ morbido dall’ora legale a quella solare Coldiretti raccomanda di consumare:” pane, pasta e riso, ma anche lattuga, radicchio, aglio e formaggi freschi, uova bollite, latte caldo e frutta dolce”, che favorirebbero il sonno.

Alimenti nemici del sonno, invece, sono: “quelli conditi con curry, pepe, paprika, sale in abbondanza, gli alimenti in scatola e minestre con dado da cucina”.

Attività aerobica e una sana alimentazione possono aiutarci a combattere la “depressione stagionale”.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook