BANDIERE BLU 2011: le migliori spiagge in Italia in Liguria, Marche e Toscana

di Roberto Mattei

Sono 233 le località turistico-balneari insignite dell’ambito riconoscimento, la tendenza è in continua crescita (+8,37% dal 2008 ad oggi) e lascia ben sperare per il futuro.
Ascoli Piceno, 11 maggio 2011-
Saranno 233 le località balneari italiane che vedranno sventolare la bandiera blu nel corso della stagione estiva 2011.

Lo conferma la graduatoria redatta dalla FEE, foundation for environmental education (fondazione per l’educazione ambientale), organizzazione che da 24 anni assegna l’ambito riconoscimento alle località marine e lacustri, per la pulizia delle loro acque, la qualità dei servizi e il rispetto dell’ambiente.
Un trend positivo e in continua crescita, che ha fatto registrare dal 2008 ad oggi un incremento del 8,37% ed evidenzia il forte interesse delle città rivierasche italiane a portare avanti una gestione sostenibile del territorio, in grado di coniugare le ragioni dell’economia locale con quelle dell’ambiente.

“L’oscar” della bandiera blu, venne istituito nel 1987 in occasione dell’Anno Europeo, evento che l’Unione Europea ogni anno intitola a un particolare tema, con lo scopo di sensibilizzare i cittadini comunitari su una questione specifica e che proprio in quel periodo era dedicato all’ambiente. In quella particolare sede si optò per l’originale “trofeo” con lo scopo di indirizzare la politica di gestione locale delle località balneari verso un processo di sostenibilità ambientale. Inizialmente venivano insignite del “vessillo mare pulito” solo i paesi europei, poi, nel corso degli anni, la premiazione si estese anche agli Stati al di fuori dell’Unione, fino ad arrivare ad oggi con ben 41 nazioni aderenti all’iniziativa.

Data l’importanza del progetto, tutto il processo di valutazione avviene con il supporto e la partecipazione di due agenzie dell’ONU: l’UNEP, united nations environment programme (programma delle nazioni unite per l’ambiente) e l’UNWTO, united nations world tourism organization (organizzazione mondiale del turismo), con le quali la FEE ha sottoscritto da tempo un protocollo di partnership globale.

Quest’anno, in testa alla classifica, per la soddisfazione degli abitanti e dei turisti, ancora una volta la Liguria con ben 17 “litorali blu”. Seguono a pari merito Marche e Toscana (16); Abruzzo (14); Campania (12); Emilia-Romagna (9); Puglia (8).

Ecco, di seguito, l’elenco dettagliato, per regione, delle località turistiche con il mare più “blu”:

PIEMONTE
Cannero Riviera (Verbania); Cannobio Lido(Verbania)
LOMBARDIA
Gardone Riviera (Brescia)
FRIULI VENEZIA GIULIA
Grado (Gorizia); Lignano Sabbiadoro (Udine)
VENETO
San Michele al Tagliamento-Bibione; Caorle; Eraclea mare; Jesolo; Cavallino-Treporti; Lido di Venezia (Venezia)
LIGURIA
Camporosso, Bordighera (Imperia); Loano, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Bergeggi, Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazze (Savona); Chiavari, Lavagna, Moneglia (Genova); Lerici, Ameglia-Fiumaretta (La Spezia)
EMILIA ROMAGNA
Comacchio-Lidi Comacchiesi (Ferrara); Lidi Ravennati, Cervia-Milano Marittima; Pinarella (Ravenna); Cesenatico, San Mauro Pascoli-San Mauro mare (Forlì-Cesena); Bellaria Igea Marina, Rimini, Cattolica, Misano Adriatico (Rimini)
TOSCANA
Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Viareggio (Lucca); Marina di Pisa, Tirrenia-Calambrone (Pisa); Antignano e Quercianella, Castiglioncello e Vada di Rosignano Marittimo, Cecina, Marina di Bibbona, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Riotorto-Piombino: parco naturale della Sterpaia (Livorno); Follonica, Castiglione della Pescaia, Marina e Principina di Grosseto, Monte Argentario (Grosseto)
MARCHE
Gabicce Mare, Pesaro, Fano, Mondolfo-Marotta (Pesaro-Urbino); Senigallia, Ancona Portonovo, Sirolo, Numana (Ancona); Porto Recanati, Potenza Picena, Civitanova Marche (Macerata); Porto Sant’Elpidio, Porto San Giorgio (Fermo); Cupra Marittima, Grottammare, San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno)
LAZIO
Anzio (Roma); Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga (Latina)
ABRUZZO
Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi Marina (Teramo); Ortona, San Vito Chietino, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Vasto, San Salvo (Chieti); Scanno (L’Aquila)
MOLISE
Termoli (Campobasso)
CAMPANIA
Massa Lubrense (Napoli); Positano, Agropoli, Castellabate, Montecorice-Agnone e Capitello, Pollica-Acciaroli Pioppi, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati-Villammare, Sapri (Salerno)
BASILICATA
Maratea (Potenza)
PUGLIA
Rodi Garganico (Foggia); Polignano a Mare (Bari); Fasano, Ostuni (Brindisi); Ginosa-Marina di Ginosa (Taranto); Otranto, Melendugno, Salve (Lecce)
CALABRIA
Cariati, Amendolara (Cosenza); Cirò Marina (Crotone); Roccella Jonica, Marina di Gioiosa Jonica (Reggio Calabria)
SICILIA
Lipari (Messina); Fiumefreddo di Sicilia-Marina di Cottone (Catania), Ispica, Pozzallo, Ragusa-Marina di Ragusa (Ragusa); Menfi (Agrigento)
SARDEGNA
Santa Teresa di Gallura-Rena Bianca, La Maddalena-Punta Tegge Spalmatore (Olbia-Tempio); Castelsardo-Ampurias (Sassari); Oristano-Torre Grande (Oristano); Quartu Sant’Elena-Poetto (Cagliari).

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook