VII Giornata Mondiale delle Famiglie: tutto pronto a Milano per accogliere il Papa

Per l’intero evento si spenderanno  10 milioni e 200 mila euro, ma la città di Milano avrà un ritorno economico e d’immagine

Manca oramai poco più di una settimana all’inizio della VII giornata mondiale delle Famiglie e la macchina organizzativa è in pieno fermento, con i motori accesi pronti a dare l’ordine “avanti tutta”. La città meneghina si sta preparando ad accogliere i pellegrini che si riverseranno per la Santa Messa di Benedetto XVI per questo evento, che sarà il primo dei tre previsti: il prossimo  appuntamento di tipo religioso è per il 2013 e celebrerà i 1.700 anni dell’Editto di Costantino, mentre il successivo è per l’EXPO del 2015.
Se ne è parlato alla conferenza Stampa di presentazione dell’evento, tenutasi lo scorso venerdì presso la Sala Stampa dell’Arcivescovado di Milano, presieduta dal Cardinale Angelo Scola e a cui hanno partecipato monsignor Erminio De Scalzi, presidente Fondazione Milano Famiglie 2012,  don Luca Violoni, segretario generale Fondazione Milano Famiglie 2012, Daniele Conti, consigliere delegato Fondazione Milano Famiglie 2012,  Gian Valerio Lombardi, Prefetto di Milano,  Luigi Campiglio, professore ordinario di Politica Economica Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

L’evento, si svolgerà da mercoledì 30 maggio a domenica 3 giugno, sono attesi non meno di un milione di pellegrini da tutto il mondo, per assistere alla Festa della Testimonianza, ma soprattutto della Messa con il Papa di domenica. Gli appelli all’ospitalità della curia milanese e della Fondazione Milano Famiglie 2012 ha dato i suoi frutti e  sono pronti  34.000 posti letto, messi a disposizione da undici mila famiglie per il periodo dell’evento. Sono invece  300.000 i pass scaricati per accedere a Milano Parco Nord, Aeroporto di Bresso,  mentre i visitatori previsti alla Fiera Internazionale della famiglia, che si svolgerà a Fiera Milano City, sono 50.000, 5.000  invece i volontari che hanno dato la propria disponibilità. Per la stampa, sono oltre 1.000 i giornalisti accreditati. Questi alcuni numeri dell’evento presentati alla conferenza che si è tenuta nell’Arcivescovado di Milano.
L’arcivescovo Angelo Scola non nasconde che  temeva non si riuscisse a far comprendere il valore del progetto,  che costituisce il primo evento ecclesiastico di rilievo mondiale che non avviene a Roma. Ha poi avuto parole di ammirazione  per il Cardinale Dionigi Tettamanzi, promotore della “proposta” del Papa  e del Pontificio Consiglio per la famiglia.

Luigi Campiglio, professore ordinario di Politica Economica Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, nel corso della conferenza stampa ha reso nota la previsione di spesa per l’organizzazione del VII Incontro mondiale delle famiglie, che si aggira attorno ai 10 milioni e 200 mila euro fra preparazione, predisposizione degli eventi e struttura organizzativa. Precisando però che  la stima dell’indotto economico, tra spese di vitto, alloggio e trasporto, è di circa 55 milioni di euro. Inoltre il prof. Campiglio ha sottolineato come, oltre al ritorno economico, per la città di Milano il guadagno sarà costituito dal fatto che  i pellegrini stranieri, ritornando nei loro rispettivi Paesi, porteranno i tratti qualificanti della cultura ambrosiana, con grande guadagno d’immagine per Milano, che verrà veicolata  come città aperta al cambiamento, accogliente sul piano della solidarietà, del volontariato, dell’imprenditorialità sociale, attraente per le opportunità che offre a chi, italiano o straniero, è disposto a impegnarsi a fondo per realizzare un futuro migliore”.

Daniele Conti, consigliere delegato della Fondazione Milano Famiglie 2012  ha parlato del  “Grande Evento”, come definito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, che vede il Prefetto di Milano nominato commissario governativo e si snoda su tre manifestazioni principali: il Congresso Teologico-Pastorale, la Festa delle Testimonianze e la Santa Messa. Il Prefetto di Milano Gian Valerio Lombardi, in proposito ha sottolineato il grande lavoro di organizzazione e mobilitazione degli enti coinvolti, assicurando:“L’accoglienza è stata organizzata con grande professionalità, Milano saprà rispondere bene a questo evento garantendo la sicurezza del Santo Padre e dei pellegrini”.

Il  cardinale Angelo Scola, ha colto l’occasione per invitare tutti i milanesi a partecipare agli eventi con il Pontefice, perchè “Gli appuntamenti con Papa Benedetto XVI sono un’occasione straordinaria. Abbiamo chiesto di segnalarsi per ragioni organizzative e di sicurezza, ma a tutti sarà data la possibilità di partecipare, tutti coloro che si presenteranno anche all’ultimo alla Festa delle Testimonianze alla Santa Messa saranno accolti”.
Anche Monsignor Erminio De Scalzi, presidente della Fondazione Milano Famiglie 2012, ha fatto il suo appello,  esortato le comunità parrocchiali ad accogliere il Pontefice lungo il suo percorso, perchè: “Benedetto XVI sentirà fin dal suo arrivo il calore e l’accoglienza della città di Milano. Sarebbe bello che il Santo Padre potesse cogliere subito la gioia e la Fede dei milanesi”.
Infine Don Luca Violoni, segretario generale della Fondazione Milano Famiglie 2012, ha presentato il Congresso dei ragazzi, a cui risultano iscritti più 900 ragazzi, considerati parte integrante della famiglia ed è fondamentale – ha detto – che possano confrontarsi e impegnarsi sui temi che affrontano i loro genitori”.

Ora restano da definire solo i dettagli per l’organizzazione, ad esempio si mettono a punto le misure di sicurezza, che porteranno a transennare una parte del percorso della papamobile. In proposito il prefetto Gian Valerio Lombardi informa, che la prossima settima sarà possibile prendere visione degli aggiornamenti sul sito della Prefettura, precisando:“Cercheremo di chiudere soltanto là dove serve, ovvero quegli spazi che sono funzionali ad assicurare la velocità del trasporto del Santo Padre”.

Alcune curiosità sui lavori di progettazione e sugli interventi, per un costo complessivo 5,1 milioni di euro: potenziamento linea telefonica nella zona di Bresso da parte di  Telecom, 77 ettari di  cantiere nell’ambito aeroportuale,  impegnate oltre 40 ditte con 150 operatori che nella fase finale arriveranno a 250. Inoltre i vescovi e cardinali provenienti da oltre 153 Paesi differenti, e per alcuni di essi, la Fondazione Milano Famiglie 2012,  si assumerà, in modo integrale o in parte, le spese del soggiorno con  una spesa di 850 mila euro.
Il Papa pranzerà, con le “prelibatezze” offerte da PecK,  nella sede dell’arcivescovado milanese con il cardinale Angelo Scola, insieme  a sei famiglie, di cui una milanese e cinque provenienti dai diversi continenti. Il Papa assisterà a concerto alla Scala, diretto da Daniel Barenboim e poi parteciperà alla tradizionale festa con i ragazzi e avrà un incontro con i cresimandi a San Siro.

Sebastiano Di Mauro
21 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook