Si avvicina “l’Ora della Terra” In tutto il mondo si spengono le luci, in difesa del clima

IL GRANDE APPUNTAMENTO MONDIALE, ORGANIZZATO DAL W.W.F. DURERA’ UN’ORA. DALLE 20, 30 ALLE 21,30 MOLTI MONUMENTI E LUOGHI SIMBOLO DELLE CITTA’ RIMARRANNO AL BUIO.

Ormai ci siamo. Tra poche ore partirà l’Ora della Terra ( Earth Hear) il grande

appuntamento mondiale del W.W.F in difesa del clima sul nostro Pianeta. Dalle 20,30 alle 21,30, precisamente per un’ora, in tutto il mondo, anche se con fusi orari, verranno spente le luci di molti monumenti e luoghi simbolo di molte città. L’iniziativa coinvolgerà cittadini, Istituzioni, ed imprese in difesa di un futuro migliore di fronte ai preoccupanti cambiamenti climatici che continuano a verificarsi nel mondo, sempre più bistrattato dalla opere devastatrici dell’uomo.

L’avvenimento questa volta non avrà confini. Nel 2007, la prima edizione, svoltasi a Sidney, in Australia, ebbe un enorme successo. Ora, a distanza di cinque anni, la partecipazione sarà globale. Al grande evento parteciperanno quasi 2 miliardi di persone, coinvolgendo 5200 città in 135 Nazioni. Le luci si spegneranno in tutti i monumenti simbolo come piazza Navona e il Colosseo a Roma, il Duomo a Milano, il Maschio Angioino a Napoli, la Torre di Pisa e tanti altri luoghi d’Italia. Il Quirinale spegnerà la facciata esterna per 15 minuti, dalle 20,00 alle 20,15. Nel resto del mondo rimarranno senza luce la Torre Eiffel a Parigi, il Cristo Redentore a Rio De Janiero ( Brasile), la Ruota Panoramica di Londra e il grattacielo più alto di Pechino. Grande partecipazione giungerà anche dal mondo dello sport. La Teramo basket scenderà in campo con la maglietta dell’ “Ora della Terra”. Numerosi gli ambasciatori delle precedenti edizioni che hanno garantito il loro appoggio all’ iniziativa. Tra questi: Francesco Totti, Paola Maugeri, Francesco Facchinetti, Massimiliano Rosolino, Marco Mengoni. L’affascinante spettacolo, con la Terra che spegne le sue luci, potrà essere visto dalle immagini che giungeranno dallo spazio, grazie agli scatti della macchina fotografica che partiranno dalla navicella spaziale, ad opera dall’astronauta olandese Andre Kuipus che manderà via Twitter foto e commenti del Pianeta. ” Di fronte ai preoccupanti cambiamenti climatici serve una mobilitazione straordinaria di tutti gli abitanti della Terra per trovare quelle soluzioni necessarie che allontanino la minaccia all’ecosistema e alla specie umana – ha spiegato Adriano Paolella, direttore generale del W.W.F Italia. L’iniziativa, a spegnere le luci in città, è lanciata anche dal segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki- Moon, il quale ha ricordato anche che questo simbolico gesto non solo impegna e garantisce energie pulite e sostenibili a tutti, ma ricorda anche che sul nostro Pianeta vivono, tutto’ora, uomini, donne e bambini senza energia elettrica.

Luigi Rubino

31 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook