Il cellulare deforma la colonna vertebrale: inquietante risultato di uno studio. Quanta attendibilità?

Il cellulare deforma la colonna vertebrale: inquietante risultato di uno studio. Quanta attendibilità?

cellulareChe il cellulare faccia male è oramai risaputo e su questo tema sono stati scritti libri e saggi, così come si susseguono dibattiti con le opinioni più diverse. Si è perfino arrivati ad ipotizzare che le grandi compagnie telefoniche pilotino i media e le ricerche.

Ora tutto è ipotizzabile, stando i grandi interessi economici che girano intorno, ma quasi nessuno di di questi studi ha potuto accertare i veri danni che può causare alla salute, soprattutto se questi siano riscontrabile sui soggetti interessati nel medio e lungo periodo, perchè diciamocelo, se un potenziale danno per manofestare i suoi effetti ci mette, ad esempio 100 anni, quale rilevanza può avere, visto che l’età media è molto più bassa.
Se si considera poi che normalmente il suo utilizzo avviene a partire da 10/13 anni, le notizie inquientati che esplodono di tanto in tanto sull’argomento, potrebbero servire ad alimentare l’ansia, specie di quei soggetti più vulnerabili.

Forse sarebbe meglio considerare di più un uso moderato nmon eccessivo, perchè gli eccessi sono sempre dannosi.

Potremmo dunque, trovarci anche in questo, nelle proverbiali osservazioni delle statistiche, tra le quali è famosa quella del poeta romano Trilussa, secondo cui mediamente un mangia un pollo all’anno, perchè un altro ne mangia due, oppure un altra di uguale significato, come il caso di una persona annegata in un fiume con un profondità media di mezzo metro.

Comunque sia tra questi vi è un recente studio medico pubblicato nella rivista specializzata Surgical Technology International, dal quale si evince che inviare un messaggio di testo graverebbe il collo come se si avessero appesi 27 chili. La dimostrazione di questo studio dice, che in media, la testa di un adulto pesa tra 4,5 e 5,5 chili. Ma puntare l’occhio allo schermo del proprio telefono cellulare con le posture cui siamo abituati, per controllare Twitter, Facebook, o inviare un SMS aumenta notevolmente la forza gravitazionale. E con essa, il peso del cranio umano.

Di conseguenza, dice il chirurgo di New York Kenneth Hansraj che ha curato la ricerca, la colonna vertebrale tende continuamente a queste condizioni, quindi alla fine portano ad usura e “possibile intervento chirurgico”.

Poi, controllare Facebook dal proprio computer pare non ci faccia risparmiare molti problemi per la nostra colonna vertebrale. Nel mese di gennaio, il Washington Post ha mostrato i rischi causati per chi è seduto, a fissare lo schermo. Una posizione che è causa, tra le altre cose, rallentando il cervello, di mal di schiena, così come di malattie cardiache. Per ovviare a tale situazione, il Washington Post ha ricordato ai suoi lettori alcuni semplici consigli. Tra questi: mettere i piedi per terra, non piegare, e tenere le spalle in posizione rilassata.

Pertanto, nell’ipotesi che anche questo studio sia attendibile, non ci rimane che usare il buon senso, anche perchè oggi appare pressoché impossibile, per la nostra società, iperconnessa, rinunciare a cellulare o al pc.

Sebastiano Di Mauro
23 novembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook