Anonymous gioca con l’FBI

Il gruppo Anonymous ha pubblicato in rete la registrazione di una conversazione telefonica tra Scotland Yard e l’FBI. Pianificano arresti e scambiano prove per telefono su pirati informatici del gruppo Anonymous ma gli agenti dell’FBI di Chicago e quelli di Scotland Yard in Inghilterra non si immaginavano certo che loro stessi sono effettivamente spiati. Dei pirati hanno infatti pubblicato martedì in rete una conversazione confidenziale tra l’FBI e Scotland Yard. La conversazione è stata pubblicata su youtube.

Durante la conversazione, un agente dell’FBI ringrazia la polizia britannica per la preziosa collaborazione fornita nelle investigazioni mentre l’agente inglese risponde “Samo qui per aiutare. Abbiamo sbagliato in passato ma lo sappiamo”. “L’informazione è stata destinata unicamente ai responsabili delle forze dell’ordine ed è stata ottenuta illegalmente”, sottolinea l’FBI. La polizia federale americana ha aggiunto che un’inchiesta è stata aperta per identificare e perseguire con la giustizia i diretti responsabili. Scotland Yard ha invece dichiarato che esaminerà le informazioni del caso. Un membro di Anonymous ha postato su Twitter dei link collegati alla registrazione audio in quanto “ l’FBI deve sapere come noi siamo capaci di ascoltare e leggere le loro conversazioni per molto tempo d’ora in poi”.

Un esperto di sistemi di sicurezza tale Graham Cluley ha affermato che “ Anche una donna delle pulizie avrebbe potuto staccare la cornetta e ascoltare questa conversazione. Certamente questa situazione è imbarazzante per la polizia”. Il gruppo Anonymous moltiplica le proprie azioni piratando i siti dalla CIA, del governo messicano ma anche di un colosso come la Sony dopo la chiusura del leader dei video streaming Megaupload Limited.    

__

Manuel Giannantonio

4 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook