Titanic 1912, Costa Concordia 2012: cent’anni dopo un altra tragedia

Sono passati esattamente cent’anni dal disastro del Titanic, molti superstiti della tragedia della Costa Concordia in questi giorni hanno affermato di aver pensato alla tragedia del Titanic durante il naufragio all’Isola del Giglio. Seppur le dinamiche siano totalmente differenti, così come l’entità dei danni e delle vittime ci sembra giusto far notare questa triste coincidenza.

Entrambe le navi inoltre hanno in comune la non rottura della bottiglia di spumante che tradizionalmente si lancia nel giorno del varo della nave.
Negli ultimi cento anni però sono stati molti i naufragi, vi proponiamo un breve resoconto.

12  Aprile 1912: il Titanic colpisce un iceberg nell’oceano Atlantico e affonda. 1.496 morti.

29 Maggio 1914: La nave a vapore canadese Empress of Ireland  si scontra con un cargo norvegese vicino al Quebec. 1.012 morti.

25 Luglio 1956: Due navi passeggeri, l’italiana Andrea Doria e la Stockholm, si scontrano al largo delle coste del Massachusetts. La Andrea Doria affonda. Muoiono 46 delle 1.706 persone a bordo.  
 

27 Gennaio 1981: Tampomas II,  nave passeggeri indonesiana prende fuoco e affonda nel mare di Giava. 580 morti.

25 Maggio 1986: Una nave passeggeri affonda nel fiume Meghna, in Bangladesh. Circa 600 morti.

31 Agosto 1986: Admiral Nakhimov, nave sovietica, si scontra con un mercantile nel Mar Nero. Entrambe le imbarcazioni affondano. 448 morti.

20 Dicembre 1987: Il traghetto Dona Paz collide con la petroliera Mt Victor nelle acque delle Filippine. 4.340 morti.

7 Aprile 1990: Un piromane appicca un incendio sul traghetto Scandinavian Star nel mare del Nord, in viaggio da Oslo a Fredrikshavn, in Danimarca. 159 morti.

10 Aprile 1991: Moby Prince si scontra con la petroliera agip abruzzo in ambigue manovre. nonostante il mayday del comandante i soccorsi ignorano la richiesta d’aiuto e i 140 passeggeri a bordo vengono lasciati morire in conseguenza dell’inalazione dei fumi dell’incendio divampato. si salva casualmente un solo naufrago.

 15 dicembre 1991: Naufragio nel Mar Rosso del Salem Express, traghetto che collega Jeddah (Arabia Saudita) a Suez (Egitto). 476 morti.

16 febbraio 1993:  “Nettuno”, un vecchio e dissestato traghetto che faceva la spola tra la capitale Port-Au-Prince e Jeremie, grosso centro agricolo nella parte sud-occidentale dell’ isola di Haiti, affonda.  800 morti e quasi 500 dispersi.

10 Ottobre 1993: Al largo della costa sud-ovest della Corea del sud affonda Sohae, nave traghetto. 282 morti

 27 Settembre 1994: L’affondamento al largo della costa del traghetto finlandese “Estonia”, che collegava Tallinn a Stoccolma. 852  morti. Solo 137 sopravvissuti. Questo è il peggiore disastro marittimo di navi civili in acque europee.

21 Maggio 1996: Naufragio in Tanzania sul Lago Vittoria del traghetto Bukoba, 700 morti. 6 Febbraio 1999: Affondamento della nave indonesiana Harta Rimba al largo delle coste del Borneo,  312 persone scomparse.

 18 Ottobre 1999: Più di 200 persone sono disperse dopo l’affondamento di una barca al largo della provincia indonesiana di Irian Jaya.

25 Novembre 1999: Un traghetto che trasportava 312 passeggeri  affondò nella Cina orientale dopo tempesta; scomparsi 292 persone.

26 Settembre 2000: 80 persone muoiono nel naufragio del traghetto greco Samena vicino a Paros, Mar Egeo. La barca diretta verso le Cicladi, stava trasportando 532 persone.

26 Settembre 2002: Il traghetto senegalese Le Joola si  arena al largo delle coste del Gambia. 1.863morti , solo 64 sopravvissuti.  

2 Febbraio 2006: “Al Salam Boccaccio ’98”, la nave da crociera affonda nel Mar Rosso insieme a 1.400 passeggeri. Nnon aveva a bordo un numero sufficiente di scialuppe di salvataggio.

 5 Agosto 2009: Affondamento del traghetto ‘Pacific Princess Ashika’, in pieno oceano circa 53 miglia nautiche al largo di Nuku’alofa, capitale delle Tonga, nel Pacifico centrale. 74 morti.

 10 Luglio 2011: La nave da crociera Le Boulgaria affonda nel Volga, in Russia. 122 morti.

14 Gennaio 2012: Naufragio sull’isola del Giglio, della nave da crociera Costa Concordia. A bordo 4.229 persone. 6 morti, 29 dispersi.

Virginio Sapio

18 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook