Europa: La nube radiottiva arriva da Budapest

La nube radioattiva che ha attraversato i cieli d’Europa in questi ultimi giorni, creato panico ed allarmismi, secondo vari studi non arriva da Fukushima ma da Budapest. Non sono ancora chiari i motivi ma la nube carica di isotopi radioattivi Iodio 131 che si è diffusa dalla Polonia alla Francia, passando per Germania e Austria e poi per Svezia e Repubblica Ceca. Secondo l’istituto nucleare di Vienna questa nube proviene proprio dall’Ungheria, che quindi nei prossimi giorni dovrà fornire una spiegazione.

Gli esperti rassicurano i cittadini: non sono presenti quantità di materiali radioattivi preoccupanti per la salute dell’uomo e degli ecosistemi. Si pensa tuttavia che questa fuga di Iodio 131 provenga dall’Istituto di Budapest Haea che produce radioisotopi per la salute, la ricerca e per alcune applicazioni industriali.
La stessa Haea (Hungarian atomic energy authority) ha comunicato che il rilascio sarebbe avvenuto presumibilmente tra l’8 settembre ed 16 novembre, ma non sono stati segnalati fin ora incidenti.
Adesso l’Onu attende che l’Ungheria dia spiegazioni sulla faccenda.
L’Aiea (Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica ) nel frattempo ha confermato queste notizie, in una nota si può leggere: “Molto probabilmente l’emissione proviene dall’Istituto degli Isotopi di Budapest, che produce radioisotopi per la salute, la ricerca e per applicazioni industrialidi, in Ungheria”.
Per quanto riguarda l’Italia invece, fa sapere l’ Iaea: “E’ in corso un’inchiesta sulle cause che hanno portato al rilascio dell’elemento nell’atmosfera. Come accennato in precedenza, i livelli di I-131 che sono stati rilevati in Europa sono estremamente bassi. Non vi è alcun problema di salute alla popolazione”.

di Enrico Ferdinandi

18 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook