Siria, manifestazioni anti-Assad: 9 civili uccisi

Siria. Una nuova manifestazione contro Assad è stata organizzata quest’oggi in molte città. Centinaia i cittadini  hanno partecipato alle proteste per esprimere il dissenso nei confronti del regime del presidente Bashar al-Assad. Il bilancio, di vittime si parla anche quest’oggi, questa volta è di  nove persone. A diffondere il dato alcuni attivisti per i diritti umani, in particolar modo l’Osservatorio siriano per i diritti umani ha affermato che, tre civili sono stati uccisi a Duma, un’altra persona a Zabadani, una a nella regione di Jisr al-Shughur ed altre quattro a Homs. Questi ultimi sono stati uccisi durante una sparatoria messa in atto dalle forza di sicurezza. Per ora il numero dei feriti è di circa 25 persone.

 

I comitati di coordinamento locale, che guidano i manifestanti hanno riferito che l’oppositore di Assad, lex deputato siriano, Riad Seif, è stato inoltre ricoverato dopo esser stato picchiato da alcuni agenti davanti alla Moschea al-Hassan.

Alla luce di questi nuovi fatti il Consiglio dei diritti umani dell’Onu ha chiesto di avviare un indagine sugli eventi che stanno avendo luogo in Siria dove da inizio anno più di 3.000 civili hanno perso la vita nel corso di manifestazioni anti-Assad.

Anche il presidente russo, Dmitri Medvedev, ha avvertito il regime siriano di dimettersi o di procedere a fare le giuste riforme a garanzia dei cittadini.

 

di Enrico Ferdinandi

 

7 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook