Australia: Trovato il fossile più antico del mondo

di Alvaro Serretti

La più antica testimonianza di vita sulla Terra è stata rinvenuta sulle spiagge Australiane dove un team di geologi ha trovato un fossile che secondo i dati raccolti ha l’età di 3,43 miliardi di anni. Ad effettuare la scoperta un equipe composta da australiani e britannici che ha constatato che all’interno del fossile vi sono degli organismi unicellulari di struttura allungata, si ipotizza batteri che si nutrivano di zolfo.

La datazione, se corretta, proverebbe come la vita sul nostro pianeta fosse presente ben prima di quanto ipotizzato fin ora. Difatti prima di questa scoperta gli scienziati pensavano che prima del così detto “periodo del terrore” ovvero quando la Terra era continuamente bersagliata dagli asteroidi, non vi fosse traccia di vita. Questo cambio di scenario potrebbe ridimensionare alcuni studi ed aprire la strada a nuove ipotesi. Prima d’oggi il fossile più antico mai rinvenuto era quello rinvenuto nel 1993 da un ricercatore dell’Università della California che apparteneva a 35 milioni di anni fa’. Gli scienziati di tutto il mondo ora attendono che gli studi sui fossili australiani riescano a dare informazioni più precise ed attendibili così da poter meglio ricostruire la storia della vita sul nostro pianeta.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook