Pirati informatici violano dati clienti dal sito della Epson

di Valentino Mondonico

Violato il sito della EpsonLa Epson è stata vittima nelle scorse ore di un attacco informatico nella divisione coreana della società di Nagano. L’attacco non è ancora stato rivendicato ma già si ipotizza che a trafugare i dati di 350 mila clienti possano esser stati i membri di LulzSec o di Anonymous.

La Epson nel frattempo a reso noto che ad esser stati  violati sono stati i file che permettevano di scoprire le mail, i numeri telefonici e delle carte di credito dei clienti. Un funzionario della Korea Communications Commission ha dichiarato: “Stiamo ancora investigando e tentando di capire l’origine dell’attacco”. Dopo i numerosi attacchi dei mesi scorsi sia ad aziende private che ad enti statali il “fenomeno” della pirateria informatica non sembra essersi risolto, anzi, le difese dei siti di grandi società o nazioni sembrano non riuscire in pieno a rendere sicuri i propri spazi sul web. Intanto sul sito della Epson Corea spicca un avviso ai naviganti che esorta i clienti a cambiare il prima possibile le proprie password.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook