Il gruppo di hacker Anonymus minaccia di morte facebook

È un video su youtube con voce camuffata da un sinistro timbro metallico a recapiare questo messaggio a tutti gli utenti di internet: “ Il media di comunicazione che voi tutti adorate sarà distrutto” queste le parole del portavoce del gruppo di pirateria informatica Anonymus famoso in tutto il mondo per le sue sofisticate azioni di hacking. La causa di ciò è facilmente immaginabile ma viene esplicata dalla stessa voce misteriosa e sinistra: “Tutto cio’ che fate su facebook rimane su Facebook, a prescindere dalle vostre impostazioni sulla privacy, e cancellare il vostro account e’ impossibile”, afferma il presunto componente di anonymus , invitando anche ad “aderire alla causa per uccidere facebook, per il bene della privacy”.

Questioni di Privacy quindi. Non è facile esprimersi sulla questione perché l’obbligo di schierarsi dalla parte della legalità lascia comunque spazio ad una domanda sulla legittimità di facebook di trattare i dati degli utenti nella maniera in cui lo fa. Lasciando la questione ai filosofi o agli esperti di diritto possiamo dire che la prudenza in queste valutazioni è sempre la migliore degli alleati , la questione non riguarda solo la privacy ma anche l’abitudine del colosso dei social network ad attuare politiche  e azioni, nei confronti degli utenti e dei contenuti, considerate poco ortodosse in un organismo “democratico”, ma soprattutto  del modo improprio in cui questi dati rischiano di essere trattati come essere per esempio venduti dietro ingenti compensi (come tra l’altro sostiene la nota banda di pirati informatici) a stati compresi quelli governati da regimi autoritari.

La questione insomma è più grande di quella sembra, il consiglio è quello di vigilare attentamente senza tuttavia schierarsi immediatamente facendo propri pensieri veloci ed ideologici che non riescono ad abbracciare il problema nella sua complessità.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook