Master in comunicazione e marketing della Luiss in collaborazione con Ferpi

Master in comunicazione e marketing della Luiss in collaborazione con Ferpi

Sono aperte le iscrizioni al master di secondo livello in Comunicazione e Marketing politico ed istituzionale della School of Government della Luiss.

Un master innovativo, utile per la formazione e la specializzazione di chi desidera lavorare nei settori delle relazioni pubbliche, della comunicazione e del marketing di istituzioni politiche e sociali, dei partiti politici, delle imprese e sindacati, degli enti locali, di ordini ed associazioni professionali e del mondo no profit.

Fino al 25 ottobre sarà possibile iscriversi ricevendo un early birds del 20% sul costo del Master, e per gli iscritti alla FERPI – Federazione Relazioni Pubbliche Italiana (o su presentazione di FERPI) sono previste ulteriori agevolazioni.

Il Master è diretto dal Prof. Francesco Giorgino ed é strutturato in dieci moduli di 30 ore ciascuno; quello realizzato in collaborazione con la FERPI e diretto da Vincenzo Manfredi, suo consigliere nazionale, riguarda il “Governo strategico del sistema di relazioni”.

Il programma del Master si articola in più ambiti disciplinari: Leadership politica e Management politico ed Istituzionale; Governo strategico del sistema di relazioni; Comunicazione pubblica digitale; Comunicazione politica ed istituzionale; Marketing generale e Marketing politico ed istituzionale; Digital marketing, Content marketing e Neuro- marketing; Advertising e Advertising politico ed istituzionale; Brand Storytelling e Politelling; Newsmaking e Newsmaking politico ed istituzionale; DataAnalytics.

L’inizio è previsto a partire da metà gennaio prossimo e la conclusione alla fine del 2021.

Per facilitare i lavoratori le lezioni si terranno due fine settimana al mese, il venerdì pomeriggio e sabato intera giornata.

Per saperne di più andate sul link:

https://sog.luiss.it/graduate-programs/master-comunicazione-e-marketing-politico-ed-istituzionale/docenti

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook