Benzina, è record! Alt agli investimenti in borsa e nel “mattone”: acquistate verde e gasolio

di Roberto Mattei

Il miglior investimento è “il mattone”, lo sentiamo ripetere dalla notte dei tempi. Anche alla luce della grave crisi finanziaria globale che ha travolto il nostro paese e che è ancora in atto, acquistare un immobile resta per molti il miglior investimento. Per qualcuno, invece, l’oro rappresenta il miglior rendimento, visto che negli ultimi 5 anni ha avuto un rendimento di circa il 25 % annuo e continua a crescere. Sembrerebbe a questo punto di buon senso l’idea di preferire a un edificio l’acquisto di lingotti, monete o altri strumenti finanziari che riproducano accuratamente l’andamento del prezioso minerale ma che siano nel contesto più pratici da contrattare e non presentino rischi e problemi di custodia.

E invece no, esiste qualcosa di ancora più prezioso del mattone e dell’oro messi insieme che non conosce crisi: la benzina. Proprio oggi, questo preziosissimo combustibile ha stabilito un nuovo record, affermandosi intorno ai 1.613 euro al litro. E’ il costo rilevato presso la catena dei distributori Esso, secondo la normale “staffetta quotidiana” degli automobilisti –  come riporta una nota dell’Ansa – ma anche le altre compagnie di certo non scherzano, come ad esempio i gestori Q8 con un prezzo consigliato di 1.6 euro. Da una indagine di QE (Quotidiano Energia), un’iniziativa editoriale specializzata nel settore energetico che risponde alla crescente domanda di informazione specialistiche delle imprese e dei professionisti del settore, emerge che nonostante i margini lordi delle compagnie siano da più di un mese ben sopra la media dei tre anni precedenti, non si arresta la corsa al rialzo dei prezzi raccomandati sulla rete carburanti italiana.

Lo scorso week end è stato caratterizzato da un aumento di 0,5 centesimi da parte della Q8 sui prezzi raccomandati di benzina e diesel, mentre oggi è stata la volta di Total-Erg con un incremento di 1.1 centesimi sulla verde e 0.6 centesimi sul gasolio. Ecco la classifica dei prezzi rilevati oggi sul territorio italiano:

 

Indice dei prezzi €/L. nazionali del 04/07/2011
Fonte Quotidiano Energia

 

MEDIA

 

 

 

 

 

 

 

Benzina

1,587

1,581

1,582

1,589

1,591

1,590

1,589

1,589

Diesel

1,468

1,459

1,462

1,470

1,472

1,476

1,471

1,465

 

Come vedete, anziché giocare in borsa, acquistare obbligazioni o ancora buttarsi sul mercato immobiliare e dei preziosi, sarebbe più proficuo e conveniente acquistare 20/30 mila litri di carburante ed aspettare qualche giorno per poi ritirare il lauto interesse

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook