Tutto sotto controllo all’Olimpico: Roma – Chievo 3 – 0

Tutto sotto controllo all’Olimpico: Roma – Chievo 3 – 0

In uno stadio olimpico pieno nella forma e vuoto nell’anima (Curva Sud ancora vuota), la Roma batte il Chievo per 3 – 0 e mette ancora il fiato sul collo al Napoli. Ultima apparizione stagionale dei giallorossi nel proprio stadio, celebrata con un’ottima prestazione e un (probabile) rinnovo di Totti da festeggiare.

Primo tempo a marca giallorossa- L’atmosfera leggera facilita il compito della Roma nel primo tempo, agevolata anche dal ritmo vacanziero concesso dal Chievo, apparso assolutamente con la testa alla prossima stagione. Concentrazione e vivacità invece per i giallorossi, vogliosi di mettere ulteriore pressione al Napoli, impegnato nella difficile trasferta di Torino contro i granata di Ventura.
Confermata la formazione messa in campo contro il Genoa, con le eccezioni dei ritorni dal primo minuto di Pjanic e Florenzi, Spalletti si affida al tridente leggero Perotti – Salah – El Sharaawy, sostenuto dalle incursioni di Nainggolan. Ed è proprio il belga a trovare la rete del vantaggio giallorosso, la seconda consecutiva all’Olimpico dopo quella della vittoria contro il Napoli: il centrocampista conclude una bella azione con un rasoterra alla destra di Bizzarri. Uno a zero e match che si mette subito in discesa, nonostante la reazione del Chievo che impensierisce la Roma grazie ad un destro insidiosissimo, deviato in calcio d’angolo da un ottimo Szczesny. Il raddoppio dei padroni di casa arriva poco prima del primo tempo, quando la punizione di Pjanic, battuta dal lato corto dell’area di rigore, trova completamente solo Rudiger, il quale stacca di testa e batte una distratta difesa del Chievo.

Nella ripresa nessuna sorpresa, anzi- Secondo tempo di ordinaria amministrazione, a parte per qualche distrazione di troppo della retroguardia giallorossa che avrebbe potuto riaprire la partita in favore del Chievo. Ovazione al minuto 57, quando dal riscaldamento si dirige verso la panchina Francesco Totti, pronto per l’ingresso in campo. Il Capitano giallorosso, posizionato punta centrale, trova un assist degno del suo genio, servendo Pjanic in area di rigore, con il bosniaco che chiude i conti e porta la Roma sul definitivo 3- 0

Al termine del match è andato in scena il classico giro di campo con giocatori e figlioletti annessi.  Inevitabile il trattamento privilegiato, giustamente, a Francesco Totti, il quale è apparso emozionato. Il rinnovo di contratto per il numero 10 sembra cosa fatta, ma la preoccupazione rimarrà fin quando le firme verranno apposte la tifoseria romanista, così come tutti gli amanti del calcio che vorrebbero vedere ancora Totti con la Lupa sul cuore, in campo.

Meritano 2duerighe

Spalletti: Ha ridato un’anima a questa Squadra. Chapeau.

Castro: 45 minuti impalpabili

Tabellino:

Roma – Chievo 3 – 0

ROMA (4-3-3): Szczesny, Florenzi, Manolas, Rudiger, Digne, Pjanic, De Rossi, Nainggolan, Salah, Perotti, El Shaarawy All. Spalletti

CHIEVO (4-3-1-2): Bizzarri, Cacciatore, Gamberini, Cesar, Gobbi, Rigoni, Radovanovic, Hetemaj, Castro, Pellissier, Floro Flores All. Maran

ARBITRO: Celi

NOTE: Ammoniti

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook