Super Niang, il Milan si rilancia: 4-1 alla Sampdoria

Super Niang, il Milan si rilancia: 4-1 alla Sampdoria

Il miglior Milan della stagione si libera con un sontuoso 4-1 della Sampdoria e si rilancia in classifica con tre punti pesanti. Mattatore della serata Niang, ai suoi primi gol in campionato con la maglia rossonera.

Mihajlovic schiera il giovane francese ex Genoa in attacco insieme a Bacca, nel nuovo 4-4-2, applicato con molta attenzione ed efficacia dagli uomini rossoneri.

Sblocca Bonaventura, poi Niang su rigore – Il Milan è finalmente una squadra con le idee chiare. I rossoneri mettono subito alla corda gli ospiti e passano in vantaggio con Bonaventura al 16′, dopo un gol annullato a Cerci: Niang si libera con un grande movimento ed effettua un cross su cui si avventa il centrocampista ex Atalanta per l’1-0. La reazione della Samp è praticamente nulla, e ciò permette al Milan di continuare a fare il suo gioco, insistere e trovare, al 38′, il gol del raddoppio: questa volta è direttamente Niang, su calcio di rigore concesso per fallo su Bonaventura, a griffare la rete.

Ancora Niang – La ripresa comincia con uno sciagurato passaggio di Viviano, che imbecca direttamente Niang, il quale ringrazia e deposita in rete. La gara è praticamente chiusa, ma il Milan insiste e sfiora la rete in un altro paio di occasioni, prima di trovarla con Luiz Adriano, a cui fa seguito il gol della bandiera di Eder, su calcio di rigore.

Una vittoria importante e meritata per il Milan, che inietta una buona dose di speranza nelle vene quasi ostruite dell’ambiente rossonero. Tanti buoni segnali, dalla mediana numerosa e attenta, con Kucka e Montolivo che a turno hanno potuto sganciarsi con la tranquillità di essere coperti dai compagni, all’ottimo lavoro degli esterni.
Per la Samp di Montella, invece, una nuova sconfitta che inchioda i blucerchiati alla misera quota di due punti conquistati in trasferta.

Meritano 2duerighe:

 Niang: semplicemente fenomenale. Illumina subito San Siro con un grande movimento a cui segue l’assist per Bonaventura. Poi il rigore trasformato e la rete ad inizio ripresa. Se dovesse continuare così, il Milan potrà dire di aver trovato un tesoro.

 Viviano: il passaggio con cui mette in movimento Niang sul gol del 3-0 è un regalo imperdonabile. Ci mette del suo nel rendere così pesante il risultato.

Tabellino:

Milan-Sampdoria 4-1 (primo tempo 2-0)

Marcatori: Bonaventura (M) al 16′, Niang (M) su rigore al 38′ p.t.; Niang (M) al 4′, Luiz Adriano (M) al 34′, Eder (S) su rigore al 42′ s.t.

Milan (4-4-2): Donnarumma, Abate, Alex, Romagnoli, Antonelli; Cerci (dal 35′ s.t. Honda), Kucka (dall’8′ s.t. Poli), Montolivo, Bonaventura; Bacca, Niang (dal 29′ s.t. Luiz Adriano). (Abbiati, Calabria, De Sciglio, Rodrigo Ely, Mexes, Zapata, Nocerino, Suso, Josè Mauri). All. Mihajlovic

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; De Silvestri (dal 19′ s.t. Pereira), Silvestre, Regini, Mesbah; Ivan (dal 29′ s.t. Palombo), Fernando, Barreto; Soriano; Muriel (dal 18′ s.t. Bonazzoli), Eder. (Brignoli, Puggioni, Cassani, Pereira, Carbonero, Christodoulopoulos, Rocca, Cassano, Rodriguez). All. Montella.

Arbitro: Doveri di Roma.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook