Quando un tablet incontra un laptop abbiamo Samsung Chromebook

Quando un tablet incontra un laptop abbiamo Samsung Chromebook

Quando un tablet incontra un laptop abbiamo un Chromebook, così Samsung è pronta a lanciarne la nuova generazione con due modelli di diversa grandezza e con un prezzo inferiore ai 399 dollari. L’obiettivo resta quello di fornire all’utente un’esperienza comoda, veloce, ideale per chi viaggia. La collaborazione tra il colosso coreano e Google, con l’utilizzo di Chrome OS, continua con questi nuovi dispositivi, ma andiamo per gradi.

chromebook_2_leak

 

DESIGN

Samsung presenta una cover che ricorda la pelle martellata, con cuciture lungo i bordi, come per il Galaxy Note ed il Galaxy Note Pro. Sarà possibile scegliere una colorazione bianca, nera, oppure grigia per il più grande. Infatti saranno disponibili due modelli: uno da 11.6 pollici ed uno da 13.3 pollici, con il peso del primo di 1.10 Kg ed uno spessore di 16.7 mm ed il secondo di 1.4 Kg con spessore di 16.5 mm.

Chromebook2-11_012_Back-Open_Classic-White-HR

CARATTERISTICHE TECNICHE

I due dispositivi non si differenziano soltanto per la diagonale dello schermo, per il peso o per lo spessore, ma anche per le caratteristiche tecniche. La versione da 11.6 pollici monterà un processore Exynos 5 Octa con un clock rate di 1.9 Ghz ed avrà una risoluzione dello schermo di 1366×768 pixel. La versione da 13.3 pollici invece monterà un Exynos 5 Octa ma con un clock rate di 2.1 Ghz ed avrà una risoluzione dello schermo di 1920×1080, Full HD dunque. Entrambi saranno dotati di un’uscita digitale HDMI, una porta USB 3.0 ed una USB 2.0, 4 GB RAM, webcam 720p, slot microSD, memoria interna con SSD da 16 GB, Bluetooth 4.0 e Wi-fi 802.11ac. L’autonomia dovrebbe aggirarsi attorno alle 8 ore. Il sistema operativo è Chrome OS, prodotto da Google.

La data di lancio non è stata specificata, ma i primi modelli saranno disponibili ad Aprile al prezzo di 319.99 per il più piccolo e 399.99 per il più grande.

Marco Piacentini
6 marzo 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook