Comanda Under: Udinese – Roma 0-2

Comanda Under: Udinese – Roma 0-2

E’ Cengiz Under il mattatore della giornata, il ventenne turco trascina la sua squadra in una vittoria finalmente convincente che sembra scacciare la crisi che ha colpito i giallorossi negli ultimi due mesi. La Roma gioca un primo tempo all’insegna della continuità ma sterile mentre nel secondo la squadra è scintillante e più brava e più forte dell’imprecisione che, purtroppo, la contraddistingue.

Di Francesco ritrova gli squalificati Nainggolan e Pellegrini, quest’ultimo a formare il duo di centrocampo con il rientrante De Rossi e mette Jesus, in un ruolo non suo, al posto di Kolarov, tenuto a riposo per la trasferta di Champions League.

Oddo conferma Danilo come regista difensivo e, per l’assenza di Lasagna, inserisce Perica a guidare l’attacco bianconero.

Vola Alisson –  E’ l’Udinese a fare la partita che spinge sull’asse Adnan – De Paul. Il primo intervento di Alisson è al 2’ su un liscio di Manolas che innesca l’attacco avversario ma oggi il portiere brasiliano è ispirato e legge bene i pericoli.

Il primo lampo di Under è al 6’ quando, da posizione decentrata, entra in area ma Danilo lo recupera e il turco va al tiro con ritardo mandando la palla lontano dalla porta.

Dopo un minuto Jesus, con imbarazzante sufficienza, alleggerisce indietro per Alisson e sulla palla, lenta, arriva Perica che però conclude addosso ad Alisson in spaccata. Bravo il portiere giallorosso che legge sempre in anticipo le possibili azioni avversarie, e che si ripete, sempre su Perica dribblandolo con una finta da autentico libero. La partita è frizzante ed intensa più per gli errori delle due squadre che per efficacia di gioco. La Roma fa scarso movimento senza palla, è statica tanto che Di Francesco chiede ai centrocampisti di essere meno piatti e prevedibili.

Su assist di Florenzi al 24’ Under fa le prove; spinge ed affonda sulla fascia destra con la palla incollata al piede e va al tiro con una gran botta che Bizzarri respinge. Al 26’ gran galoppata di Nainggolan sulla destra. Il belga arriva sul fondo e mette indietro la palla ma né Dzeko né El Shaarawy si fanno trovar pronti a centro area. Dopo un minuto grande giocata di Under che dopo una corsa di quaranta metri non riesce ad andare al tiro e lascia la palla a Dzeko al limite dell’area. Il bosniaco finta e tenta la gran botta di sinistro che però si infrange su un difensore avversario.

Al 29’ brivido Fofana che, dal nulla, parte con un fendente destro dai venti metri che sfiora il palo della porta difesa da Alisson. La partita si accende con Under che giganteggia sulla fascia destra ma i suoi sforzi non producono il vantaggio meritato. Al 35’ gran palla di Nainggolan per El Shaarawy che, solo davanti a Bizzarri, calcia debolmente e fuori bersaglio. Finisce il primo tempo con la Roma in crescita, compatta dietro dopo lo svarione di Jesus ma con la solita imprecisione sotto porta colpa anche di Dzeko mal servito dai compagni.

Sempre Under –  Al 7’ ennesimo miracolo di Alisson in uscita su Perica innescato da rimessa laterale e dimenticato da Fazio ma questo si rivelerà l’unico pericolo, assieme all’altro ottimo intervento nel finale di partita, dell’Udinese. La Roma si sveglia nel secondo tempo e domina il match con una ridda di occasioni. Adnan al 9’ toglie la palla dai piedi di Dzeko ben appostato in area su cross di Uner; dopo due minuti, in tre contro due, Nainggolan sceglie il compagno sbagliato per il passaggio e passa ad Under invece di servire Dzeko. Il bosniaco è più attivo nella ripresa ed al 16’ con una gran giocata va via a tre avversari e va al tiro di esterno destro ma la palla finisce fuori di un soffio. Altre due occasioni nell’arco di tre minuti che però non vanno a segno. Al 25’ servito da De Rossi, Under mira l’angolo alto della porta e scarica una bordata di collo pieno che non dà scampo a Bizzarri. Al 35’ gran palla di Strootman per Perotti che crossa a centro area per Under in posizione di centravanti; il turco però anticipa la posizione e la palla gli rimbalza accanto. Allo scadere è grande Alisson su conclusione ravvicinata di De Paul e, sulla ribattuta, si ripete su Larsen.

Nel recupero break di Defrel su Fofana, il francese ruba palla servendo Nainggolan che vede Perotti in arrivo sulla sinistra. E’ un gioco da ragazzi per il numero otto mettere la palla in rete.

La partita finisce con la Roma che gioca sul velluto e che dimostra una forma fisica invidiabile.

I giallorossi riprendono la corsa e sembrano definitivamente usciti da un pesante momento negativo. Una vittoria, la decima consecutiva contro l’Udinese, che fa morale anche in vista dell’importante match di mercoledì in terra ucraina.

 Meritano 2duerighe:

 Under: talento cristallino è lui il trascinatore della Roma nelle ultime tre partite con quattro gol ed un assist. Il vantaggio odierno è un gol da antologia e non nato per caso. E’ nata una stella?

  Pellegrini: ancora una volta dobbiamo segnalarlo come il peggiore in campo. Troppi passaggi sbagliati, troppa confusione a centrocampo, a volte quasi estraneo alla gara e fisicamente in calo. Tornerà.

 TABELLINO

 UDINESE – ROMA 0-2

 Udinese (3-5-2): Bizzarri, Samir, Danilo, Larsen, Adnan (79’ Balic), Fofana, Behrami (62’ Jankto), Barak, Widmer, Perica (77’ Lopez), De Paul. All.: Oddo.

 Roma (4-2-3-1): Alisson, Florenzi, Manolas, Fazio, Jesus, De Rossi /75’ Strootman), Pellegrini, Under (86’ Defrel), Nainggolan, El Shaarawy (69’ Perotti), Dzeko. All.: Di Francesco.

 Marcatori: 70’ Under, 90+1’ Perotti (R)

Ammoniti: Larsen, Perica, Jankto (U), Dzeko (R)

Arbitro: Di Bello di Brindisi

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook