Icardi non perdona. E’ doppietta. Per l’Atalanta è notte fonda .

Icardi non perdona. E’ doppietta. Per  l’Atalanta è notte fonda .

Si risveglia Maurito Icardi e per l’Atalanta è notte fonda. L’argentino, al suo tredicesimo centro in altrettante gare, è sempre più leader di questa Inter che, grazie a questa vittoria, scavalca la Juve e si riprende il secondo posto, a due punti dalla capolista Napoli.

Spalletti contro i bergamaschi rispolvera Santon al posto di Nagatomo. Gasperini schiera Palomino e non Caldara. Non c’è Freuler squalificato, mentre sul fronte sinistro gioca Castagne.

Tutto rimandato Il primo vero pericolo della gara arriva dall’Atalanta. Scambio Ilicic – Hateboer e destro a incrociare. Handanovic c’è e blocca in due tempi. L’Inter è viva e in velocità parte al 25′ con Icardi che si inserisce in area in velocità, si libera di forza di Palomino  e tira. Berisha salva l’Atalanta con un grande intervento. Subito dopo ancora il bomber argentino sfiora di testa la porta atalantina. Poi non ci sono più emozioni e il primo tempo si conclude senza reti.

Decide tutto il ciclope Icardi Nel secondo tempo, l’Inter morde di più.  Dopo due minuti Perisic crossa, test di Icardi. Para Berisha. Al 51′ la gara si sblocca: punizione da destra di Candreva, a centro area, e stacco di testa di Icardi che mette nel sacco. Lo stadio esplode.L’Atalanta cerca di rispondere con Petagna, subentrato a Ilicic, ma  è l’Inter che fa ancora centro ancora con Icardi che mette in rete sempre di testa, su perfetto traversone di D’Ambrosio. Per gli atalantini è notte fonda, per i tifosi interisti, invece, è festa sugli spalti. Petagna prova a riaprire il match più tardi, ma Handanovic chiude bene lo spazio all’attaccante orobico. Spalletti al 90′ sostituisce Icardi che esce dal campo tra gli applausi del pubblico.  Nei minuti di recupero Perisic sfiora il tris con un tiro dal limite: Lo imita poco dopo Orsolini (buona la sua prova) con un tiro a giro dal vertice dell’area.

Icardi. Torna al gol, dopo due settimane e si dimostra sempre più killer per gli avversari. Potenza, classe e colpi di testa, è sempre decisivo. Vero trascinatore di questa Inter che sembra ora funzionare a meraviglia.

D’Ambrosio. Permetteteci di dire qualcosa su questo ragazzo spesso criticato da molti. Oggi non ha sbagliato nulla. Le sue chiusure, i suoi inserimenti sull’out destro hanno dato brio alle azioni offensive nerazzurre. Spalletti lo ha rigenerato.

Toloi. Insicuro. In difficoltà contro un Maurito super, può far poco. 

 

Inter – Atalanta  2 – 0

Marcatori: 6′ st e 15′ st Icardi

Inter: Handanovic, D’Ambrosio, Miranda, Skriniar, Santon, Vecino, Gagliardini, Candrev ( 27’st Brozovic), Borja Valero,( 38’st Joao Mario) Perisic, Icardi.( 45’st Eder) All: Spalletti

Atalanta: Berisha,Toloi,(32’st Haas), Palomino, Masiello, Hateboer, Cristante, De Roon, Castagne, Ilicic (10’st Petagna), Gomez, (22’st Orsolini), Kurtic, All. Gasperini

Arbitro: Fabbri di Ravenna

Note: spettatori: 52.177. Ammoniti: Palomino e Kuric (A)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook