Un Napoli al quadrato: Fiorentina k.o

Un Napoli al quadrato: Fiorentina k.o

Troppo Napoli per una Fiorentina così che , quest’anno , ha avuto troppi alti e bassi , e che , ora , si vede costretta ad abbandonare anche l’Europa . Le firme sono di Insigne , Koulibaly e la doppietta del solito Mertens , a meno uno da Dzeko nella classifica marcatori ; sul finale , il goal della bandiera firmato da Ilicic . Gli uomini di Sarri sono un’autentica macchina da goal e tengono ancora aperte le speranze per il secondo , cosa che gli permetterebbe l’accesso diretto alla prossima Champions League .

STRAORDINAPOLI- Conoscendo già il risultato della Roma nel pomeriggio , vittoriosa al Bentegodi , il Napoli si trova di fronte la Fiorentina con un solo risultato possibile , la vittoria . Gli azzurri partono subito forte e all’ 8’ trovano subito il goal su calcio piazzato con il tapin vincente di Koulibaly , dopo la respinta di Tatarusanu sul colpo di testa di Hamisk . I ragazzi di Sosa , però , non ci stanno e provano ad esprimere il loro miglior calcio , a volte , esponendosi anche troppo ai rischi delle ripartenze partenopee . Così Mertens , su imbeccata di Jorginho al 18’ si trova completamente solo davanti al portiere , sparando incredibilmente alto . Il belga subito dopo prova a riscattarsi e , solo il palo , gli nega la gioia del goal , con un destro a giro davvero fulminante . Tra le sponde viola l’unico a provarci è Ilicic ma , i suoi tentativi , sono troppo timidi per mettere in pericolo la difesa napoletana . Ecco che , dopo la prima mezz’ora al buio , sale in cattedra Lorenzo “ il magnifico “ : prima sfiora il goal con un tiro a giro dei suoi e poi , pochi minuti dopo , non sbaglia a tu per tu con Tatarusanu , regalando ai suoi la gioia del 2 a 0 .

27 VOLTE MERTENS- Il secondo tempo vede una Fiorentina completamente stravolta dal suo allenatore : 3-4-1-2 e , dentro la freschezza di Babacar e Tello per provare a scuotere la partita . Da azione di angolo , però , complice una papera clamorosa dell’estremo difensore viola , è Mertens a trovare il goal del tre a zero . Gli uomini di Sarri , a questo punto , si rilassano , abbassano la concentrazione e , permettono ad Ilicic di siglare il goal della bandiera , su assist di Tello . La due squadre sono molto lunghe , la partita è molto divertente , infatti , anche Callejon e Bernardeschi vanno vicino alla gioia personale . Gioia , che avrà provato subito dopo Mertens , siglando la sua doppietta personale  , dopo la parata di Tatarusanu su un tiro da fuori area di Hamsik .

A questo punto , non ci resta che attendere l’ultima giornata per sapere chi avrà la meglio tra Napoli e Roma nella lotta al secondo posto ma , anche tra Dzeko e Mertens , per la conquista del titolo di capocannoniere . Bello , che ancora all’ultima giornata , il nostro campionato ha ancora qualcosa da regalarci .

Meritano 2duerighe 

Dries Mertens : giocatore straordinario , non ci sono parole per descrivere la sua annata . Si fa male Milik , no problem : Sarei lo inventa falso nueve e lui lo ripaga con 27 goal , non male . Semplicemente , Dries Mertens .

Tatarusanu : in queste partite il minimo errore può costarti caro . Indeciso , fin troppo , sul corner che porta al goal dell’1 a 0 e , infine , è clamorosa la disattenzione che favorisce il tre a zero di Mertens .

TABELLINO 

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Jorginho (24’ st Diawara), Hamsik (20’ st Rog); Callejon, Mertens (34’ st Pavoletti), Insigne. A disposizione: Rafael, Sepe, Strinic, Giaccherini, Maggio, Leandro, Chiriches, Pavoletti, Tonelli, Milik. Allenatore: Sarri

FIORENTINA (4-2-3-1): Tatarusanu; Tomovic, Gonzalo Rodriguez, De Maio, Olivera (9’ st Babacar); Badelj, Vecino; Bernardeschi, Ilicic, Cristoforo (9’ st Tello); Kalinic (35’ st Saponara). A disposizione: Sportiello, Dragowski, Salcedo, Hagi, Chiesa, Maistro, Milic, Mlakar, Reymao. Allenatore: Sousa

MARCATORI: 8’ pt Koulibaly (N), 36’ pt Insigne (N), 12’ st e 19’ st Mertens (N), 15’ st Ilicic (F).

AMMONITI : Albiol (N), Koulibaly (N), Vecino (F).

ARBITRO: Rizzoli di Bologna

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook