Risorgere o essere annientati ? Juve , ora tocca a te !

Risorgere o essere annientati ? Juve , ora tocca a te !

Ci sono delle partite che si preparano da sole , così , senza dire niente . Partite , dove gli stimoli ti vengono solo al pensiero di giocarle . Poi , sarà il campo a parlare , sarà il campo a dire chi è la più forte . Juventus e Barcellona si sono già affrontate : sono passati due anni ormai da quella finale , che , vide nettamente prevalere i blaugrana sui bianconeri . Qualcosa è cambiato , anzi , direi che molto è cambiato .

Gli uomini di Luis Enrique forse non sono più quell’armata invincibile  di due anni fa , e dal canto suo , la Juve ha acquisito oramai una dimensione europea che anni fa , forse , non aveva . Il calcio  è così , ti mette davanti delle occasioni dove puoi in qualche modo vendicarti , puoi in qualche modo riscattare quello che magari in passato non era andato come si voleva . Ha avuto la sua seconda occasione il Milan , dopo Istanbul , vincendo ad Atene contro il Liverpool . Ha avuto una seconda occasione l’Atletico contro il Real , non con il risultato sperato . Non sempre le storie finiscono bene , però sono pur sempre degne di essere raccontate . Il football , come la vita , è fatto di attimi , ogni match , ogni singolo istante , va giocato .

E forse , se ti trovi lì , c’è pur sempre un motivo . Anni e anni di fatiche , dalla serie B alla finale di Berlino , dalla finale alla consapevolezza di essere grandi , anche in Europa , non solo in Italia . Questa dev’essere la soddisfazione più grande per un presidente , per un allenatore , per un tifoso , quella di potersela giocare con tutti , anche se poi non si riesce a vincere . Tutto questo per dire che manca poco a quella che non sarà una semplice partita : sarà l’allievo contro il maestro , Messi contro Dybala , sarà la sfida dei numeri 9 per eccellenza , Suarez contro Higuain , sarà semplicemente “ La sfida “ .

Allegri , in conferenza stampa , ha dichiarato che è impossibile non prendere goal dal Barcellona e che si dovrà segnare più di loro per passare il turno . Luis Enrique , dal canto suo , ha rimarcato l’impressionante marcia dei bianconeri in quest’annata e nelle precedenti , soprattutto in casa . C’è molto rispetto , come è ovvio che sia , tra due grandi squadre . Rispetto , appunto , non paura . E’ difficile prevedere chi avrà la meglio , l’unica cosa sicura è quella di vedere una partita avvincente , dove nessuna delle due squadre rinuncerà a esprimere il proprio gioco . Certo , gli uomini di Max faranno bene a ricordarsi la partita di ritorno contro il Paris , ma faranno bene a ricordarla anche per rimembrare che le imprese sono possibili : nel calcio , nulla è dato per scontato , va guadagnato nel totale dei centimetri del campo .

“In ogni scontro è colui che è disposto a morire che guadagnerà un centimetro e io so , che , se potrò avere un esistenza appagante sarà perché sono disposto ancora a battermi e morire per quel centimetro . La nostra vita è tutta li , in questo consiste . “ Recitava queste parole Al Pacino , nel celebre discorso del film “ Ogni maledetta domenica “ . Non so cosa diranno i due allenatori ai giocatori per motivarli ma penso che verrò loro spontaneo , si guarderanno negli occhi e tac , inizierà la partita . Saranno lì , tutti uniti , tutti per un unico obiettivo , passare il turno . Del Piero , in un intervista rilasciata quest’oggi , ha detto che è impossibile fermare la MSN ma è convinto che la Juve passerà il turno . Avrà ragione lui ? Beh , questo , al momento , nessuno può saperlo . L’unica cosa che si può dire è che vincerà chi avrà più fame , chi avrà più voglia di andare avanti , chi dimostrerà di averne di più . Che sia Juve o Barcellona , questo non importa , è già tutto bello cosi .

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook