Coppa Italia: la Roma vince il derby ma in finale va la Lazio

Coppa Italia: la Roma vince il derby ma in finale  va la Lazio

Vittoria di Pirro per la Roma che nonostante il successo nel derby per 3-2 viene eliminata dalla Coppa Italia.La Lazio vittoriosa per 2-0 nella gara di andata approda così in finale. Gli uomini di Spalletti passano in svantaggio per la rete di Milinkovic e costretti a rincorrere si espongono agli attacchi biancocelesti che trovano la seconda rete con Immobile dopo il gol del pareggio giallorosso di Salah, autore anche dell’ultima realizzazione nel finale di gara.

Milinkovic gela la Roma- Nella fantastica cornice di pubblico dell’Olimpico del dopo barriere Spalletti opta per una difesa a 4 con Palmieri pronto a staccarsi sulla linea del centrocampo. Pronti e via i giallorossi prendono l’iniziativa con  Dzeko che ben servito in area non riesce ad inquadrare la porta. Pochi minuti dopo è la Lazio a rendersi pericolosa con un traversone di Lulic su cui Immobile non riesce a impattare con precisione.

I giallorossi come da pronostico cercano immediatamente la rete per riaprire la gara, esponendosi in tal modo alla controffensiva della squadra di Inzaghi che al 37′ trova il vantaggio.                                                             Manolas perde il contatto con il pallone, Immobile riesce a controllare  e a concludere in rete, sulla respinta di Alison lesto è Milinkovic a ribadire alle spalle dell’estremo difensore giallorosso. Il vantaggio biancoceleste incrina le residue speranze degli uomini di Spalletti per il passaggio del turno. Con orgoglio e buona sorte la Roma trova quasi allo scadere il pareggio con  El Shaarawy su errore in uscita di De Vrij.

Immobile chiude la gara- Nella ripresa Spalletti decide di inserire Bruno Peres al posto di Juan Jesus passando alla difesa a tre. La pressione d’attacco giallorossa aumenta ma immancabilmente si espone alle incursione del contropiede della Lazio che al quarto d’ora dell’inizio della gara trova il nuovo vantaggio targato ancora Milinkovic-Immobile. Questa volta il serbo serve in profondità l’ex attaccante del Torino che a tu per tu con Allison lo trafigge chiudendo, questa volta si, definitivamente il discorso qualificazione per la Coppa Italia.

Il gol della Lazio sembra spegnere le velleità della Roma che con un moto di orgoglio riesce invece ad acciuffare nuovamente il pareggio con Salah, rapido ad insaccare in rete dopo il palo colpito da El Shaarawy. I giallorossi continuano a premere e prima Strootman impegna Strakosha con una conclusione dalla distanza, poi al 36′ il portiere biancoceleste salva su Salah dalla corta distanza, ma deve infine capitolare al 45′ quando l’egiziano  questa volta riesce a superarlo con uno scalino, fissando sul 3-2 il risultato. In finale di Coppa italia va la Lazio.

Meritano 2duerighe

Immobile: l’attaccante di Inzaghi è una spina nel fianco nella difesa giallorossa. Sgomita, corre e sotto porta chiude il discorso qualificazione. Decisivo.

Dzeko: il bosniaco questa sera tradisce le aspettative sotto porta, sbagliando una prima occasione nell’apertura di gara e non rendendosi mai effettivamente pericoloso. Polveri bagnate.

Tabellino:

ROMA-LAZIO 3-2 (1-1)
MARCATORI Milinkovic (L) al 37′, El Shaarawy (R) al 43′ p.t; Immobile (L) al 17′, Salah (R) al 21′ e 45′ s.t..
ROMA (4-2-3-1) Alisson; Rüdiger, Manolas, Juan Jesus (dal 1′ s.t. Bruno Peres), Emerson; Strootman, Paredes (dal 36′ s.t. Totti); Salah, Nainggolan, El Shaarawy (dal 26′ s.t. Perotti); Dzeko (Szczesny, Lobont, Vermaelen, Fazio, Mario Rui, Gerson, Grenier, De Rossi). All. Spalletti.
LAZIO (3-5-2) Strakosha; Bastos, De Vrij (dal 1′ s.t. Hoedt), Wallace; Basta, Milinkovic, Biglia (dal 26′ s.t. Murgia), Lulic, Lukaku; Felipe Anderson (dal 12′ s.t. Keita), Immobile (Adamonis, Vargic, Patric, Radu, Crecco, Luis Alberto, Lombardi, Djordjevic, Tounkara). All. Inzaghi.
ARBITRO Rizzoli di Bologna.
NOTE spettatori 43.721, incasso 1.706.533 euro. Ammoniti: Nainggolan, Paredes, Lukaku per gioco scorretto, Dzeko e Felipe Anderson per comportamento non regolamentare, Perotti per simulazione. Angoli: 11-0. Recupero: 2′ p.t., 4′ s.t..

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook