Poche emozioni al San Paolo : tra Juve e Napoli finisce 1 a 1

Poche emozioni al San Paolo : tra Juve e Napoli finisce 1 a 1

Il posticipo domenicale della 30esima giornata di serie A vede di fronte Napoli e Juve , le due compagini più forti del nostro campionato . C’è molta attesa alla vigilia , complice anche il ritorno di Higuain al San Paolo , nella Napoli che fino a pochi mesi fa era stata la sua casa . Il match inizia subito con un lampo di Kheidira che porta in vantaggio i suoi , ma , poi si spegne fino al goal del pareggio di Hamsik , nel secondo tempo . Per il resto , poco e niente : un Napoli poco convincente che comunque fa la partita , ed una Juve che si chiude in difesa , accontentandosi del pareggio , in vista del nuovo confronto di mercoledì .  Insomma , quello che doveva essere l’incontro più interessante della giornata , si è rivelato il più noioso .

 LAMPO KHEIDIRA- Le soste per le nazionali , come ben sappiamo , non sono gradite molto dai club . Allegri ne sa qualcosa : oltre alla rottura del crociato di Pjaca ( per lui stagione finita ) , l’allenatore toscano deve rinunciare a Cuadrado ( rientrato solo venerdì ) , Dybala e Dani Alves . Al loro posto Lemina , in un’insolita posizione di esterno , Lichsteiner , e , Marchisio , con il relativo avanzamento di Pjanic sulla trequarti . Sarri , dalla sua parte , schiera il solito tridente leggero , con Insigne Callejon e Mertens . Bastano solo 7 minuti ai bianconeri per zittire i fischi del San Paolo : Kheidira , dopo uno splendido uno-due con Pjanic , la butta dentro alle spalle di Rafael , con un ottima conclusione di destro . Dopo il goal ecco la Juve formato “ provinciale “ che tanto esalta Max : tutta dietro , pronta a ripartire in contropiede , con un Manduzckic che , alle volte fa anche il terzino . Gli azzurri provano ad intimidire la retroguardia bianconera con le incursioni dei tre “ piccoletti “ lì davanti , non riuscendo , però , a creare troppi pericoli verso la porta di Buffon . Il primo tempo si chiude con uno splendido tiro di Insigne che va di poco a lato .

FULMINE HAMSIK- Il secondo tempo è praticamente un “ rewind “  del primo : La Juve , nei primi minuti ,  dà l’impressione di voler fare la partita ma poi , non fa altro che chiudersi di nuovo  nella sua metà campo , ad aspettare il Napoli . Gli uomini di Sarri ci provano e ci riprovano , fino a quando , al ‘7 s.t. Callejon trova l’angolo giusto per battere l’estremo difensore juventino : piccolo dettaglio , è in fuorigioco . Il goal , quindi , viene giustamente annullato ma , pochi minuti dopo , è Hamsik a far esplodere di gioia tutto lo stadio , con un destro ad aprire , dopo un fantastico scambio con Mertens . È ancora il belga ad andare vicino al goal del vantaggio , complice un erroraccio di Asamoah su un retro-passaggio a Buffon , ma , il suo tentativo , è fermato dal palo . A questo punto Allegri inserisce Cuadrado e Dybala per alzare un pò i suoi ma , oramai è troppo tardi . Higuain non tocca praticamente mai la palla e , Mandzuckic , dal canto suo non supera mai il centrocampo .

La partita si conclude così in parità  , con la Juve che guadagna un altro punticino in ottica scudetto , restando a +6 sulla Roma . Ora , i riflettori sono accesi per il ritorno di coppa Italia di mercoledì : chi avrà la meglio ? Unica speranza , almeno , è quella di vedere un match più interessante di questo .

Meritano 2duerighe 

Hamsik : ormai è un pilastro fondamentale della storia del Napoli . In doppia cifra anche quest’anno , veramente tanta roba . Il goal di oggi : altra perla da aggiungere alla sua straordinaria carriera .

Asamoah : il retro-passaggio a Buffon è pura follia . Questi , sono errori , che possono compromettere uno scudetto .

Tabellino 

NAPOLI (4-3-3): Rafael; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Strinic (34′ st Ghoulam); Allan (24′ st Zielinski), Jorginho, Hamsik (31′ st Rog); Callejon, Mertens, Insigne. A disposizione: Reina, Sepe, Giaccherini, Maggio, Maksimovic, Chiriches, Pavoletti, Diawara, Milik. Allenatore: Sarri.

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Asamoah; Khedira, Marchisio (35′ st Dybala); Lemina (16′ st Cuadrado), Pjanic (42′ st Rincon), Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Benatia, Barzagli, Rugani, Dani Alves, Alex Sandro, Sturaro, Mandragora. Allenatore: Allegri.

MARCATORI: 7′ pt Khedira (J), 15′ st Hamsik (N)

AMMONITI : Insigne (N).

ARBITRO: Orsato di Schio .

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook