Pareggio a reti bianche fra Cagliari e Lazio

Pareggio a reti bianche fra Cagliari e Lazio
Immobile in azione

Termina 0-0 l’incontro fra Cagliari e Lazio, con i biancocelesti che interrompono la striscia di vittorie consecutive (quattro) in campionato. Partita scialba e noiosa quella a cui hanno assistito gli spettatori presenti allo stadio, con la lazio che non riesce a pungere come suo solito. Gli uomini di Inzaghi sembrano svogliati e un pò stanchi, le fatiche delle gare pregresse sembrano farsi sentire. Continua, comunque, la striscia positiva di risultati utili (sette), ma sfiora la possibilità di allungare sull’Inter, distante ora soltanto due punti. VInce anche il Milan e vince anche la Roma, allontanandosi così l’opportunità di raggiungere la Champions League.
Inzaghi si affida a Keita titolare, assente Milinkovic-Savic e squadra schierata con il 4-3-3 classico. Davanti il trio delle meraviglie Immobile – Keita – Anderson. Si riprendono dopo le noie della scorsa giornata Biglia, Radu e De Vrij. Cagliari con centrocampo di quantità, che però vede perdere dopo soltanto 6′ Dessena.
Nel primo tempo la lazio ha un paio di occasioni, prima con Immobile, che si fa chiudere da Rafael, poi con Keita che si fa chiudere in calcio d’angolo da Isla.
Nella ripresa, esce anche il Cagliari, ma i ritmi stentano a decollare. Il solito Immobile cerca in tutti i modi di sbloccare il risultato ma ogni sforzo è vano. L’occasione migliore per i biancocelesti capita sui piedi di Felipe Anderson, che stoppa e prova di interno piede il tiro di precisione a sfiorare il palo. Rafael riesce ad intervenire e salva i sardi. Nel finale anche il Cagliari ci prova con Padoin. Viene anche ammonito Farias per simulazione nei minuti finali.
Finisce dunque 0-0. Nonostante tutto, per mister Inzaghi, la consolazione di aver stabilito un nuovo record per la Lazio: Da quando sono stati ammessi i tre punti a partita, nessuno era riuscito a collezionare 56 punti nelle prime 28 giornate.

Meritano2Duerighe

Lulic: si danna l’anima, come al solito. Corre, copre, attacca… non sarà un fuoriclasse ma l’impegno è da campione

Djordjevic: un fantasma. Inzaghi lo getta nella mischia a metà secondo tempo per sfruttare la sua fisicità. purtroppo non riesce a lasciare un segno tangibile alla partita.

TABELLINO

CAGLIARI (4-3-2-1): Rafael; Isla, Pisacane (41′ st Salamon), Bruno Alves, Murru; Dessena (9’ pt Faragò), Tachtsidis, Padoin; Ionita, Joao Pedro; Sau (22’ st Farias). A disposizione: Colombo, Crosta, Gabriel, Miangue, Di Gennaro, Han. Allenatore: Rastelli

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Basta (35’ st Patric), De Vrij, Hoedt, Radu (22’ st Djordjevic); Parolo, Biglia, Lulic; Felipe Anderson, Immobile, Keita (26’ st Luis Alberto). A disposizione: Vargic, Adamonis, Wallace, Lukaku, Mohamed, Crecco, Murgia, Lombardi. Allenatore: Inzaghi

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata

NOTE: Ammoniti: Faragò (C), Pisacane (C), Isla (C), Biglia (L), De Vrij (L). Espulsi: -. Angoli: 3-9 per la Lazio. Recupero: 2’ pt, 4′ st

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook