Immobile e Keita ribaltano l’Empoli: 2-1 al Castellani

Immobile e Keita ribaltano l’Empoli: 2-1 al Castellani

Il copione sembrava lo stesso delle ultime settimane: la Lazio domina, gioca bene, crea occasioni. Ma non segna. Anche ad Empoli la porta sembrava stregata. E per chi temeva ad una fotocopia delle gare con Milan e Chievo, arrivava puntuale l’eurogol-beffa di Krunic. I biancocelesti però non sono crollati, riacciuffando i toscani dopo appena 60” secondi grazie ad un gioiello di Immobile. Altri 12 minuti di assedio, poi la sentenza di Keita, entrato nella ripresa. Tre punti fondamentali per la corsa europea e per il morale della squadra di Inzaghi, che tiene il passo di Inter e Atalanta. Domenica, all’Olimpico, arriva l’Udinese.

Manca De Vrij. Assedio laziale

Martusciello può ricompattare la difesa con i rientri di Bellusci, Costa e Pasqual, mentre Laurini torna sulla fascia destra. Per il resto confermata la formazione che ha perso a Milano con l’Inter. Inzaghi recupera Milinkovic e rilancia Lulic in avanti (Keita parte dalla panchina). Novità nella linea difensiva: De Vrij, causa affaticamento muscolare, va in panchina e al suo posto c’è Wallace. Lazio propositiva sin dall’avvio, ma la prima chance è per l’Empoli al 7’ con una semirovesciata di Pucciarelli fuori bersaglio. Replica al 9’ Immobile da buona posizione, ma il tiro è debole. Al 17’ l’attaccante di Inzaghi scaglia una fiondata che viene respinta da Skorupski. E’ continua la manovra della Lazio senza però riuscire a trovare sbocchi risolutivi. Empoli molto ligio in copertura. Alla mezz’ora un elegante tocco a rete di tacco da parte di Parolo viene deviato in angolo da Costa. Accelera la Lazio: al 36’ Skorupski si oppone nuovamente a Immobile. Al 39’ il portiere dei toscani sventa nel faccia a faccia con Anderson. Finale di tempo con la Lazio di nuovo all’assalto. Al 42’ dalla distanza ci prova Parolo, Skorupski fa scudo. Chiusura con mischia davanti alla porta dell’Empoli. Anderson non trova il colpo per sbloccare il risultato.

Krunic spaventa, Immobile-Keita ribaltano

Nella ripresa la formazione di Martusciello parte con alcune proiezioni offensive. Al 2’ Anderson rimedia in fallo laterale su incursione di Pasqual, poi Strakosha para su un tentativo di El Kaddouri. All’11′ ghiotta occasione per la Lazio: Skorupski ribatte la capocciata di Milinkovic e Bellusci sbroglia sull’accorrente Lulic. Un minuto dopo Inzaghi fa entrare Keita al posto di Milinkovic (Lulic arretra a metà campo). Una mossa per dare la svolta in attacco. Empoli sempre pronto a ripartire. E al 22’ i toscani passano con un bolide di Krunic dai 30 metri che beffa Strakosha. Immediata la reazione della Lazio. Sul pallone scodellato in area da Anderson, Immobile va a segnare dopo una deviazione di Krunic il suo tredicesimo gol in campionato. In un minuto due reti che riportano subito in parità la gara. E al 35’ la Lazio si porta in vantaggio. Lunga azione manovrata: Immobile lancia Anderson sulla destra, cross ribattuto da Costa su Keita che infila la porta toscana nonostante una nuova deviazione di Costa. Settimo gol in questo campionato per lo spagnolo-senegalese. La svolta tanto attesa dalla Lazio che conquista la sesta vittoria esterna.

Meritano 2duerighe

Immobile. Finito sotto processo nelle ultime settimane per poca cattiveria sotto porta, risponde con un gioiello da bomber di razza che rimette subito in gara la Lazio. Imprescindibile.

Lulic. In realtà nessuno dei 22 in campo ha fatto male, specie tra i laziali. Dovendo scegliere un peggiore, probabilmente il bosniaco quando si muove da esterno d’attacco evidenzia tutti i suoi limiti tecnici.

Tabellino

EMPOLI-LAZIO 1-2
(primo tempo 0-0)
MARCATORI al 22′ Krunic (E), al 23′ Immobile (L), al 35′ s.t. Keita (L)
EMPOLI (4-3-1-2) Skorupski; Laurini (dal 33′ s.t. Veseli), Bellusci, Costa, Pasqual; Krunic, Diousse, Croce (dal 29′ s.t. Mauri); El Kaddouri; Pucciarelli, Maccarone (dal 26′ s.t. Thiam). (Pelagotti, Dimarco, Zambelli, Barba, Cosic, Buchel, Tello, Zajc, Marilungo). All.: Martusciello.
LAZIO (4-3-3) Strakosha; Basta (dal 41′ s.t. Bastos), Wallace, Hoedt, Radu (dal 33′ s.t. Djordjevic); Parolo, Biglia, Milinkovic-Savic (dal 12′ s.t. Keita); Felipe Anderson, Immobile, Lulic. (Vargic, Borrelli, Patric, de Vrij, Crecco, Lukaku, Murgia, Mohamed, Tounkara). All.: Inzaghi.
ARBITRO Rizzoli di Bologna.
NOTE Ammoniti Croce, Biglia, Diousse, Veseli. Angoli: 1-9. Recupero: / pt; 4′ st.
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook