La Roma non passa l’esame dello Juventus Stadium

La Roma non passa l’esame dello Juventus Stadium

La partita tra le prime due compagini del campionato decreta l’indiscussa protagonista anche di questa stagione. La Juventus, con questa vittoria, sebbene di misura, raggiunge quota venticinque vittorie consecutive, il cento per cento di vittorie in casa nel 2016 e, con sette punti di distacco dalla seconda, anche il titolo di Campione d’Inverno.

La Roma accusa la fisicità dell’avversaria e cerca di proporre il suo gioco ma riesce con fatica ad arrivare al tiro. Partita sporca e ruvida, a larghi tratti non bella, da cui esce un verdetto che fa male ai giallorossi ed al loro cammino in campionato. Menzione particolare per Orsato il quale, pur non commettendo errori marchiani, sbaglia a fischiare quasi tutto in entrambe le direzioni. L’ errore più grave lo commette ammonendo De Rossi per un fallo inesistente su Pjanic, l’ammonizione condizionerà gravemente il capitano giallorosso poco dopo su Higuain.

Prodezza Higuain – Le squadre cercano di prendersi le misure a vicenda per i primi dieci minuti con la Juventus forte per densità e intensità ma con la Roma che sembra se la possa giocare alla pari. Al 12’ De Rossi entra netto sul pallone in possesso di Pjanic ma Orsato vede il fallo del romanista e fischia punendo il capitano con l’ammonizione. La Roma accusa il colpo e dopo due minuti proprio De Rossi, condizionato dal cartellino giallo, perde palla su Higuain che si beve la difesa romanista e batte Szczesny con un sinistro strepitoso. Uno a zero e la gara si fa in salita per la Roma che però tiene bene a livello psicologico. Al 24’ è Nainggolan che, dopo una bella azione, calcia fuori e dopo un minuto Dzeko, su un cross di Perotti, è anticipato di un soffio da Buffon. La Roma è andata in svantaggio ma non si è schiacciata e non molla. Al 40’ arriva il primo corner della partita per i giallorossi. Perotti crossa dalla bandierina e la palla arriva sui piedi di Manolas che davanti si trova un muro juventino, il tiro del greco è ribattuto da Khedira. Si va all’intervallo con il vantaggio juventino. Vantaggio meritato dalla Juventus, squadra più cinica che ha sfruttato il momento di blocco dei giallorossi dopo l’ammonizione di De Rossi. D’altro canto la Roma, con un Gerson sperimentale, non ha mai dato la sensazione di poter essere pericolosa.

Doppio Szczesny – Al rientro in campo Spalletti lascia negli spogliatoi un opaco Gerson e mette in campo un acciaccato Salah, ma i giallorossi non tornano col piglio giusto. La Juve effettua una pressione a tratti asfissiante in area avversaria ed al 70’ Szczesny compie un miracolo su Sturaro che tira a botta sicura, dopo un’azione iniziata da Chiellini in fuorigioco, ma il portiere polacco respinge e salva la porta. La Roma fiuta il pericolo e si sblocca. Le parti si invertono e per dieci minuti sono i giallorossi a premere sull’acceleratore del pareggio, che però non arriva nonostante le occasioni per Fazio su angolo di Perotti al 73’ e, la più clamorosa, al 76’ per Perotti solo in area avversaria che tira debole su preciso assist di Salah. All’89’ Szczesny compie il secondo miracolo sempre su Sturaro che , ipnotizzato dal numero 1 romanista, si fa parare il doppio vantaggio. Alla fine il verdetto del campo dice che la Juventus è la più forte, la più abituata a vincere ed a mettere in difficoltà gli avversari anche psicologicamente. Alla Roma non manca poi così tanto per fare il salto di qualità ma deve ancora studiare per poter passare l’esame più importante.

 Meritano 2duerighe

  Nainggolan: straripante nel fisico, grande cuore e piedi scardinanti, il Ninja stasera si è distinto tra il marasma giallorosso. Unico faro nella nebbia della solare Torino.

  Spalletti: questa sera Lucio da Certaldo ha osato troppo, la mossa Gerson non poteva dare i risultati sperati contro una Juventus che in casa mostra i denti a chiunque. Presuntuoso.

 TABELLINO

 JUVENTUS – ROMA 1-0

 JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon, Alex Sandro, Chiellini, Rugani, Lichtsteiner, Khedira, Marchisio, Sturaro, Pjanic (51’ Cuadrado), Mandzukic, Higuain (82’ Dybala). All.: Allegri.

 ROMA (4-2-3-1): Szczesny, Rudiger, Manolas (85’ Peres), Fazio, Emerson, De Rossi (72’ El Shaarawy), Strootman, Gerson (46’ Salah), Nainggolan, Perotti, Dzeko. All: Spalletti.

 Marcatori: 14’ Higuain (J)

Ammoniti: Rugani, Sturaro (J), De Rossi, Dzeko, Gerson, Nainggolan, Rudiger (R)

Arbitro: Orsato di Schio

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook